Pupo si è sfogato via social contro l’Ucraina e ha fatto sapere che sarebbe stato inserito nella black list della nazione perché, circa un anno fa, avrebbe accettato di prendere parte al Festival russo della canzone di a Jalta, in Crimea (attualmente nel caos a causa delle divergenze con l’Ucraina).

Pupo: lo sfogo contro l’Ucraina

Come Al Bano Carrisi anche Pupo sarebbe stato inserito nella black list dell’Ucraina come se fosse un qualsiasi criminale. Il cantante si è sfogato via social dopo aver appreso la notizia e a tal proposito ha detto: “Peccato! Io comunque non mi fermerò. Continuerò a portare la mia musica in giro per il mondo. Dalla Russia all’Australia ed ovunque mi sarà data la libertà di cantare le mie innocue canzoni”. Il cantante ha anche fatto sapere che tornerà di nuovo in Crimea ad aprile “con convinzione e senza nessun timore”. Già un anno fa Pupo si era esibito al Festival russo della canzone di Jalta, motivo per cui l’Ucraina l’ha forse inserito nella sua black list (anche a seguito delle recenti divergenze con la Russia). Come andrà a finire la vicenda?

https://www.instagram.com/p/CZG2VQys8cO/

Al contrario di Pupo Al Bano non si è espresso sull’argomento ma in tanti hanno espresso la loro solidarietà ai due artisti.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 24-01-2022


Rita Dalla Chiesa contro l’hater: “Ti vengo a cercare!”

Elena Santarelli, lo sfogo contro i rifiuti a Roma: “Topi e gabbiani faranno selfie con voi”