Akash Kumar, il “mistero” sul colore degli occhi: arrivano altre testimonianze a Domenica Live

Akash Kumar e il mistero sul vero colore dei suoi occhi: il modello nega a Domenica Live un intervento ma arrivano altre testimonianze

Akash Kumar oggi non era in studio a Domenica Live ma, nonostante la sua assenza, si è parlato ancora del mistero del colore dei suoi occhi. La settimana scorsa, il modello ex concorrente dell’Isola dei Famosi 2021, ha negato qualsiasi intervento per schiarire gli occhi. “Invidia”, secondo lui, alla base di queste voci che accompagnano la tonalità ghiaccio del suo sguardo.

Si è parlato anche della foto pubblicata da Akash Kumar sul suo Instagram, con la foto di un bimbo indiano, dicendo di essere insieme alla zia. Secondo alcune, il protagonista dello scatto non sarebbe Akash, tesi smentita dallo stesso modello, la settimana scorsa (e anche ospite da Tommaso Zorzi)

Oggi, in diretta, Barbara d’Urso ha raccontato di numero foto mandate alla redazione dove Akash Kumar sarebbe stato con gli occhi scuri.

Vi riportiamo qua sotto lo scatto.

akash kumar

E’ intervenuto anche un paparazzo che, in un filmato, ha mostrato alcune foto del modello. Secondo quanto raccontato anche da alcuni testimoni che sono intervenuti, il modello avrebbe avuto precedentemente gli occhi “blu” e non ghiaccio. “Lì aveva le lenti a contatto blu come le ho io” commenta Giacomo Urtis, in studio, sottolineando la differenza tra gli occhi blu di un tempo e quelli decisamente più chiari degli ultimi anni.

E’ intervenuta anche un’ex compagna di classa di Akash che conoscerebbe molto bene il modello da tempo, Sofia.

“Ho conosciuto Akash a Vicenza, al liceo. Ci trovavamo alla feste, alle sagre di paese. Posso confermare con certezza che gli occhi non sono suoi, ai tempi usava le lenti blu scuro. Una volta mi ha mostrato la carta di identità, per errore, dove aveva gli occhi scuri”

Queste le parole pronunciate dalla ragazza, in collegamento:

“Quindi, a 15 anni, lui aveva 4 anni in più di me. Frequentavamo le scuole superiori di Vicenza, sua scuole diverse. Saltavamo scuola, ci incontravamo al bar. Ho ricevuto delle avance mai corrisposte. Caratterialmente è stato stato megalomane ed egocentrico. Mi fece vedere la carta di identità sua per controllare nome o età perché non credevo a quello che mi diceva. Guardai subito la foto e aveva gli occhi scuri. Gli ho detto che lo sapevamo tutti… E lui mi prese dalle mani il documento”