Adriana Volpe ha rotto il silenzio via social per spiegare la sua versione dei fatti rispetto al procedimento penale contro il suo ex marito.

Nelle scorse ore Adriana Volpe è balzata agli onori delle cronache per via dei presunti maltrattamenti per cui ha sporto denuncia contro l’ex marito, Roberto Parli (che attraverso i suoi legali ha negato le accuse). La conduttrice è intervenuta sui social per raccontare la sua versione dei fatti e ha svelato di aver registrato l’ex marito durante uno dei suoi scatti d’ira:

“Certo che ho registrato, e credetemi non è una cosa che si fa a cuor leggero, l’ho fatto per proteggere la mia piccola perché quando si denuncia bisogna portare le prove dei gravi maltrattamenti che vengono subiti. Questo messaggio voglio che arrivi a tutte le donne che hanno subito violenza: non bisogna ne vergognarsi e ne pensare che sia un illecito se registrate per portare delle prove”, ha dichiarato la conduttrice nelle sue stories via social.

Adriana Volpe
Adriana Volpe

Adriana Volpe: i maltrattamenti

Dopo che il suo ex marito, Roberto Parli, ha negato le accuse a suo carico, Adriana Volpe è tornata a scagliarsi contro di lui via social e ha fatto sapere di essere in possesso di registrazioni che proverebbero il clima in cui lei e sua figlia Gisele si sarebbero trovate a vivere gli scorsi anni.

“In un anno e mezzo da marzo 2020 a settembre 2021 per la condotta violenta del mio ex marito è stata chiamata la polizia per tre volte, la prima volta sono stata costretta io dagli eventi, la seconda e la terza volta la polizia è stata chiamata dai familiari del mio ex marito. E questo credo possa far capire la gravità di quello che abbiamo vissuto”, ha dichiarato Adriana Volpe, che si era separata da Roberto Parli all’indomani dalla sua partecipazione al GF Vip. Quale sarà l’esito della vicenda?

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 14-10-2022


Caso Caltagirone, svolta nel caso del finto figlio: Michelazzo e Perricciolo a processo

Maurizio Costanzo: “Perché non si può fare a meno di Alessandra Celentano”