Sei stata il mio primo amore e come noto il primo amore non si scorda mai. So che non ci vedremo mai più perché il lassù non esiste, è solamente una speranza degli ingenui. Questo mi dispiace perché ancora mi piacerebbe fare l’amore con te”. Sono le commoventi parole contenute all’interno della Confessione di Vittorio Feltri, intervenuto nel programma di Nove condotto da Peter Gomez.

Il giornalista bergamasco si è rivolto a Maria Luisa, spostata a 21 anni. Da quell’unione nacquero due gemelle, ma la donna morì tragicamente nel giro di poco tempo. “Mi ha segnato molto – ha spiegato Feltri – avevo già avuto lutti in casa, avevo una certa dimestichezza col decesso, ma quando muore una persona della tua età cambia tutto. Il dolore è immenso, ancora oggi ho immagini molto nitide di quello che accadde e ogni volta mi commuovo”.

Il direttore di Libero ha quindi spiegato le difficoltà incontrate nel crescere da solo le due figlie:

“Si impara tutto, anche a fare il mammo. Ci ho provato, sono stato fortunato, perché nel giro di poco tempo ho trovato una ragazza che mi piaceva molto. Me la sono sposata e siamo ancora insieme felicemente, ci siamo aiutati l’un l’altro per tutta la vita”.

Feltri ha confidato anche il dolore provato in occasione della perdita del padre, quando aveva appena 7 anni:

“Era in fin di vita e chiese di vedere i suoi tre figli. Fummo accompagnati a vedere il babbo. Lo sguardo era ormai spento, nonostante ciò con la mano mi faceva segnali che interpretai come affettuosi. Fuori dalla stanza vidi mia madre appoggiata al muro, rivolgeva a me la schiena. Vedevo la schiena che sobbalzava perché piangeva”.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Gossip Italiano Leggi tutto