Domenica In, Domenico Arcuri commissiona a Tornatore 4 spot

Domenica In ha ospitato il Commissario Arcuri. A sopresa in studio arriva anche il Maestro Tornatore, che spiega di aver realizzato 4 spot

L’ha annunciato nel corso del suo intervisto a Domenica In, Domenico Arcuri, con grande emozione e un sorriso smagliante. La collaborazione tra lo Stato e il regista di Piccolo Cinema Paradiso Giuseppe Tornatore è divenuta realtà.

Come raccontato dal Commissario Arcuri proprio in diretta su Rai 1 a Domenica In, infatti, sarebbe stato lui stesso a chiedere al regista premio Oscar di dare il suo piccolo grande contributo in favore della sponsorizzazione della campagna pro-vaccinazione per combattere la pandemia da Coronavirus. Arcuri infatti ha rivelato di aver contattato personalmente Giuseppe Tornatore. I due, in un lavoro di team, hanno quindi iniziato a lavorare a quattro spot pubblicitari capaci di emozionare e di commuovere come soltanto l’arte del Cinema e le straordinarie capacità del Maestro Tornatore riescono a fare.

Il primo spot, già pronto per la messa in onda con il patrocinio dello Stato, è stato anche trasmesso in diretta a Domenica In. L’effetto? Una Mara Venier sinceramente commossa, ma anche una stretta al cuore per i tanti telespettatori che stavano seguendo la puntata da casa.

Come leggiamo su Twitter, infatti, il primo dei quattro spot di Giuseppe Tornatore è arrivato dritto al cuore di tutti. Forse, dunque, un minimo di efficacia nella campagna di pro-vaccinazione già sappiamo che ce l’abbia eccome.

Il grande regista Giuseppe Tornatore ha anche aggiunto che altri due spot siano già quasi ultimati. In totale, gli sarebbero stati commissionati quattro spot pubblicitari in totale:

“Per me è stato un grande onore ricevere la telefonata dal Commissario Arcuri. Chi ancora non vuole vaccinarsi non è da condannare, ma da comprendere e consolare. Spero che anche gli spot pubblicitari che ho realizzato possano far cambiare idea a chi ancora preferirebbe non vaccinarsi”.

Anche Mara Venier ha poi ricordato le fragilità da lei stessa sperimentate nel corso del primo lock-down di ormai un anno fa:

“Ero molto spaventata. Non volevo più condurre Domenica In per salvaguardare me, la mia salute e quella di mio marito Nicola. Poi il direttore di Rai 1 mi ha chiamata e mi ha detto: ‘Mara, torna. Il pubblico ha bisogno di essere rassicurato e tu puoi riuscirci’. Momenti terribili. Non riesco a credere che ad oggi siamo ancora qui e ancora non ci possiamo abbracciare”.

Non ci resta altro che sperare che il tutto si risolva, davvero, nel minor tempo possibile.

I Video di Gossip Blog