Bianca Balti ha confessato i retroscena della sua ultima relazione e la sua decisione di congelare i suoi ovociti.

Oggi Bianca Balti è felicemente single e ha svelato perché, dopo la dolorosa fine di una relazione, ha deciso di far congelare i suoi ovociti. Attraverso i social la celebre top model ha scritto: “Svincolare il mio sogno di maternità dagli umori di una relazione fu la cosa più coraggiosa che ebbi mai il coraggio di fare per me. Perché se una donna non ha bisogno di uomo per fare un figlio, allora non ne ha bisogno proprio per nient’altro”.

Bianca Balti
Bianca Balti

Bianca Balti: l’amore tossico e gli ovociti

Bianca Balti è uscita da una relazione tossica con un uomo che, per farle fare ciò che lui voleva, la ricattava con l’idea dei figli (la modella non ha mai fatto segreto infatti di voler diventare madre per la terza volta). La modella è riuscita a chiudere la relazione nel momento stesso in cui ha deciso che avrebbe fatto congelare i suoi ovociti, così da poter decidere un giorno se avere un altro figlio (è già mamma di Matilde e Mia, nate da due sue passate relazioni).

“Iniziai la mia nuova vita da single alla fine di marzo 2021 provata e… gonfia. Per un mese circa non riuscii a dormire la notte. Mi vergognavo per l’ennesimo fallimento e mi credevo indegna di qualsiasi forma d’amore. Non riuscivo più ad entrare nei vestiti, complice la ritenzione idrica post trattamento. Mi sentivo brutta, stupida e triste. Ero stata svuotata di tutta la stima per me stessa e non sapevo dove trovare la forza per andare avanti. Eppure, svincolare il mio sogno di maternità dagli umori di una relazione fu la cosa più coraggiosa che ebbi mai il coraggio di fare per me”, ha confessato la modella in un post via social che ha fatto il pieno di like tra i fan.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 15-03-2022


Beatrice Valli e Marco Fantini sono pronti per le nozze: la scelta delle fedi

Panariello ricorda Snoopy, il cane ucciso da un colpo di fucile