Giorgio Panariello, in tournée a Livorno, ha voluto ricordare il cane Snoopy, ucciso nel 2015 nella città.

Nei giorni scorsi Giorgio Panariello si è esibito a Livorno e ha deciso di rendere omaggio a Snoopy, il cane che venne ucciso nel 2015 da un vicino di casa della sua famiglia che sarebbe stato infastidito dal suo continuo abbaiare. Panariello è da sempre un grande amante degli animali e ha deciso di dedicare all’amicizia tra uomo e cane il suo libro So che ci sarai sempre.

Giorgio Panariello
Giorgio Panariello

Giorgio Panariello: l’omaggio al cane Snoopy

Nei giorni scorsi Giorgio Panariello ha reso omaggio alla statua del cane Snoopy realizzata a Livorno. La vicenda risale al 2015, quando un uomo di 38 anni originario di Livorno sparò al cane alcuni colpi di fucile perché sarebbe stato infastidito dal suo continuo abbaiare.

Panariello è sempre stato sensibile alle problematiche del mondo animale ha dedicato ai suoi amici a quattro zampe il suo libro So che ci sarai sempre, al cui interno ha scritto una lettera per il suo cane scomparso, Zeus: “Ero preparato a vederti andare via: stavi male da tempo, sapevo che sarebbe stata questione di settimane. Ma quando te ne sei andato, quando sono rientrato a casa e non c’era più il tuo bau a salutarmi… Ecco, in quel momento ho capito quanto lancinante potesse essere il dolore di perderti. Mai nella mia vita avrei pensato di stare così male”, ha scritto l’attore in una commovente lettera condivisa nel libro.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 15-03-2022


Bianca Balti: “Perché ho deciso di congelare i miei ovociti”

Soleil Sorge di nuovo single dopo il GF Vip? Le indiscrezioni