A 20 mesi dal secondo tragico incidente in cui ha quasi perso la vita, il medico di Alex Zanardi ha svelato quali sarebbero le condizioni del campione.

Pasquale Longobardi, il direttore del centro ospedaliero in cui è stato ricoverato Alex Zanardi, ha rivelato a La Stampa quali sarebbero le condizioni del campione a 20 mesi di distanza dal tragico incidente in cui ha rischiato di perdere la vita (a seguito di un grave scontro con un camion mentre lui si trovava in hand bike). “Alessandro è un uomo magnetico, con una grandissima voglia di fare. Pensi che un giorno mi ha detto “dobbiamo lavorare, voglio star bene”. E lo ha fatto davvero: ogni giorno per tutto il periodo in cui è stato da noi, per quattro, cinque ore consecutive, si è sottoposto a questa terapia con una forza che mi ha lasciato senza parole”, ha confessato il dottore.

Alex Zanardi
Alex Zanardi

Zanardi: come sta

Per la seconda volta Alex Zanardi ha tragicamente rischiato di perdere la vita e, miracolosamente, per la seconda volta, ce l’ha fatta. Il campione ha subìto alcuni delicati interventi e, dopo mesi trascorsi in coma farmacologico, si è risvegliato e ha incominciato le terapie previste in casi come questo. I risultati ottenuti dal centro ospedaliero (che ha messo a disposizione di Zanardi alcune figure specialistiche, come due neurologi, una psicologa, un fisioterapista, un logopedista, un’infermiera e un tecnico iperbarico) sarebbero stati insperati e, nei giorni scorsi, il campione ha potuto fare ritorno a casa dalla sua famiglia, a Noventa Padovana. Nei prossimi mesi Zanardi dovrà sottoporsi a un nuovo percorso di cura ma, stando a quanto riferito dai medici, i risultati da lui ottenuti finora sarebbero a dir poco entusiasmanti.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 04-02-2022


Giulia De Lellis in ospedale: “Peggioramento post Covid”

Niccolò Centioni torna a recitare grazie a Claudio Amendola: “Facevo il lavapiatti”