Alessia Marcuzzi: “Sono fragile e un po’ bambinona anche ora che ho quasi 50 anni”

Alessia Marcuzzi ha rivelato di essere maturata durante il periodo della pandemia soprattutto di fronte alle critiche degli haters sui social

Alessia Marcuzzi, padrona di casa de ‘Le Iene’ assieme a Nicola Savino, ha confermato, in una lunga intervista a ‘Tv Sorrisi e Canzoni’ di essere profondamente cambiata anche nell’approccio ai social:

Sono veramente felice e meno insicura di quello che sono sempre stata. Anche se hai tanti follower e sei apprezzata sui social non vuol dire che non puoi essere insicura nella vita. Mi chiedevo sempre: ‘Avrò fatto bene o avrò fatto male?’. Chi mi conosce sa che non sono esattamente l’immagine della donna tutta d’un pezzo, sono fragile e un po’ bambinona anche ora che ho quasi 50 anni.

La conduttrice, durante il periodo della pandemia, ha maturato un atteggiamento più distensivo nei confronti delle critiche degli haters:

Sono sempre stata una che dice una cosa e poi ci ripensa. Ho capito che se pure ho detto delle cose che non volevo dire, tutto passa. Mi sono perdonata e ho perdonato anche gli altri, quelli che mi hanno detto moltissime cattiverie. Quando sei un personaggio pubblico te ne dicono tante. Ora non mi fa più male, tutto passa. Ho tanti fan carini e tantissime persone che mi vogliono bene. A volte, invece, ci attacchiamo all’unico commento negativo, ‘sei brutta, ‘fai schifo’, mentre quelli che scrivono ‘ti voglio bene’ li diamo per scontati. Durante la pandemia ho fatto un bilancio della mia vita e ho pensato a quelle che sono le mie priorità.

La Marcuzzi, quest’anno, non condurrà una nuova edizione di ‘Temptation Island’:

Non sono mai stata una che si aggrappa ai programmi fino alla morte, però confesso che Temptation Island mi appartiene parecchio perché posso fare quello che mi piace, ossia ascoltare le storie e immedesimarmi.