L’ex ministro Roberto Maroni si è spento nella sua casa di Varese a 67 anni. Lottava da tempo contro una grave malattia.

L’ex ministro dell’interno e braccio destro di Umberto Bossi, Roberto Maroni, si è spento a 67 anni. Nel 2021 aveva scoperto di avere la grave malattia che lo ha condotto alla fine, lasciando da soli sua moglie e tre figli. Dopo la diagnosi Maroni si era ritirato dall’attività politica e, dopo l’aggravarsi delle sue condizioni, si è spento nella sua casa nel Varesotto.

Roberto Maroni
Roberto Maroni

Roberto Maroni è morto

In queste ore in tanti tra gli esponenti del mondo politico stanno esprimendo il loro cordoglio per la scomparsa dell’ex ministro dell’interno Roberto Maroni, scomparso a 67 anni. Maroni aveva fatto parte della Lega Lombarda fin dai tempi della sua fondazione ed era considerato a tutti gli effetti il braccio destro di Umberto Bossi. Era tifoso del Milan e appassionato del sassofono (che sapeva suonare).

L’ex ministro era sposato con Emilia Macchi, con cui ha avuto i tre figli Chelo, Filippo e Fabrizio. In queste ore Matteo Salvini ha scritto un messaggio via social dedicato alla sua scomparsa in cui ha scritto: “Grande segretario, super ministro, ottimo governatore, leghista sempre e per sempre. Buon vento Roberto.”

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 22-11-2022


Alex Nuccetelli è fidanzato: “Mai stato così innamorato prima d’ora”

Pamela Prati, la frecciatina di Silvia Toffanin: “Io non le credo”