Rita Ora, festa con 30 invitati durante il lockdown: interviene la Polizia

Un party per il suo trentesimo compleanno per Rita Ora, peccato che viga il lockdown. La cantante britannica ha violato la quarantena per festeggiare il suo trentesimo compleanno in un ristorante in centro città, a Londra. Segnalata probabilmente da qualcuno che non ha gradito il suo violare il lockdown, è stata però interrotta dalla Polizia.

Un party per il suo trentesimo compleanno per Rita Ora, peccato che viga il lockdown. La cantante britannica ha violato la quarantena per festeggiare il suo trentesimo compleanno in un ristorante in centro città, a Londra. Segnalata probabilmente da qualcuno che non ha gradito il suo violare il lockdown, è stata però interrotta dalla Polizia.

Sì, perché proprio nella metropoli di Londra Rita Ora ha organizzato una festa di compleanno da vera star, senza considerare di finire però sotto inchiesta. Tra le invitate, anche le modelle Cara e Poppy Delevigne. Come ben saprete, tuttavia, le norme anti-Covid vietano le feste, e soprattutto gli assembramenti.

Così Rita Ora, che non ci ha pensato due volte a condividere foto e video del party sui suoi canali Social, è finita sotto inchiesta. Ora rischia il processo, oltre a più di 10mila sterline di multa, l’equivalente di 11mila euro.

A svelare il retroscena il magazine Sun, che ha pubblicato anche le foto del party organizzato a Notting Hill. Il Management della cantante, però, ha subito ridimensionato i fatti: non sarebbero state violate le norme di contenimento del Covid. I ristoranti a Londra, però, dovrebbero consegnare solo pasti a domicilio. Per questo i britannici non ci stanno, e chiedono che Rita Ora paghi per quel che ha fatto.

Dal canto suo, Rita Ora si è immediatamente scusata:

“Sono profondamente dispiaciuta per aver infranto le regole e capisco che questo ha messo altre persone a rischio”.

La cantante ha poi aggiunto:

“È stato un grave e imperdonabile errore di giudizio. Date le restrizioni, mi rendo conto di quanto siano state irresponsabili queste azioni e me ne assumo la piena responsabilità.”

Le dichiarazioni di Rita Ora sono poi continuate:

“Mi sento particolarmente imbarazzata perché so quanto duramente le persone hanno lavorato per combattere questa terribile malattia e sono pienamente consapevole dei sacrifici che le persone e le imprese hanno fatto per contribuire a tenerci tutti al sicuro. Anche se questo non risolverà le cose, voglio scusarmi sinceramente”.

Avrà imparato la lezione?

I Video di Gossip Blog