Lo scorso maggio, a poche settimane dalla fine del lockdown, era nata Nina Speranza, prima figlia di Luca Argentero e Cristina Marino. Ma nelle ultime ore l’attore e la compagna sono parecchio arrabbiati in quanto due settimanali hanno pubblicato le foto della bambina.

I due hanno rilasciato un video su Instagram sul profilo della Marino. A parlare inizia lei:

“Buongiorno, come sapete parliamo poco in coppia, ma ci tenevamo a condividere con voi un accaduto molto spiacevole, che ci porta ad essere schifati ed indignati. Sono due aggettivi forti ma che sono realmente la sensazione che proviamo e parliamo del fatto che Nina, ancora una volta, è stata pubblicata in maniera molto esposta su un giornale”.

A questo punto attacca a parlare il divo di Doc – Nelle tue mani. Argentero fa i nomi dei due giornali, ovvero Chi e Oggi:

 “La premessa è che ci sono cose più gravi in questo momento nel mondo, ma è grave tutto ciò che ti tocca da vicino e questa cosa ci tocca molto da vicino. Avevamo deciso di evitare a Nina una esposizione pubblica. “I due direttori, Alfonso Signorini per Chi e Umberto Brindani per Oggi, hanno deciso di rendere pubblica la faccia di nostra figlia, non oscurandola in modo adeguato”.

La Marino precisa:

“Ma soprattutto avevamo deciso di fare come ca*** ci andava di fare. Da madre e da padre ci sentiamo legittimati a fare quello che ritenevamo giusto e idoneo per nostra figlia”.

In realtà l’ex gieffino non accusa i due direttori solo di aver pubblicato senza permesso e senza pixel le foto della piccola Nina. Argentero dice anche che le interviste le avrebbero rubate. Si tratterebbe anche di articoli non concordati che riguardano Doc, la fiction campione di ascolti di Rai1 del giovedi sera.

A tuonare è ancora il bel Luca sul suo Instagram:

“Siamo indignati, schifati e rammaricati di come la parola “rispetto” venga a mancare davanti al denaro. Siamo disgustati nel vedere come i direttori di due giornali permettano che la faccia di una neonata venga pubblicata…è immorale venire meno alla volontà di un genitore, è in altrettanto modo illegale postare il viso riconoscibile di un minore…Io e la mia compagna avevamo deciso di tutelare la cosa più preziosa che abbiamo. Siamo sicuri che l’avidità e la superficialità verranno punite nelle giuste sedi!”

Alla fine i due hanno deciso di mostrare ai follower la bimba:

“Ve la presentiamo, sperando che vi venga voglia di comprare una copia in meno di questi giornaletti!”.

Foto: account Instagram Luca Argentero

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gossip Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più