Gianni Sperti “investe un passante”: l’opinionista di Uomini e Donne vittima di uno scherzo de Le Iene

Dopo Tina Cipollari, Le Iene hanno organizzato uno scherzo anche ai danni di Gianni Sperti che andrà in onda stasera su Italia 1.

Nella puntata de Le Iene Show, che andrà in onda questa sera su Italia 1, verrà trasmesso lo scherzo organizzato ai danni di Gianni Sperti.

Le Iene, nella fattispecie Sebastian Gazzarrini, hanno architettato uno scherzo ai danni dell’opinionista di Uomini e Donne nel giorno del suo compleanno, in Puglia (l’ex ballerino è cresciuto nella provincia di Taranto).

Anche in questo caso, il programma di Italia 1 ha mandato in confusione alcune testate giornalistiche che hanno pubblicato titoli come “Brutto incidente per il noto opinionista” o “Gianni Sperti investe un uomo nel giorno del suo compleanno”.

Sul sito ufficiale de Le Iene, è disponibile un’anticipazione dello scherzo.

Nel video, vediamo un uomo fingere di essere stato investito da un’automobile con Gianni Sperti a bordo. Successivamente, l’uomo, un truffatore disposto a tutto per diventare opinionista, accusa Sperti di averlo investito mentre era al cellulare. Alla guida, però, c’era un’altra persona.

Lo scherzo ha avuto due complici che Sperti conosce molto bene: la sua collega Tina Cipollari e Maria De Filippi. La Cipollari ha finto di aver detto ad un giornalista che Sperti è un guidatore distratto. La conversazione tra Sperti e la De Filippi, invece, è una sorpresa che scopriremo stasera.

Su Instagram, Gianni Sperti parlò dello scherzo de Le Iene, proprio nel giorno del suo compleanno, con il seguente post:

Grazie a tutti per gli auguri del mio compleanno. Avrei voluto essere più presente, cercando di rispondervi ma, la paura e l’ansia che ho provato per quello che poi si è rivelato uno scherzo che hanno organizzato “Le Iene”, me l’ha impedito.
Comunque un compleanno indimenticabile.

Ricordiamo che Le Iene organizzarono uno scherzo anche ai danni di Tina Cipollari che, convinta che il figlio fosse entrato nel giro delle gare clandestine, entrò in un commissariato con l’intenzione di denunciarlo.