Tina Cipollari vittima di uno scherzo delle Iene: l'opinionista voleva denunciare il figlio! (Video)

Lo scherzo de Le Iene a Tina Cipollari, realizzato con la complicità del figlio.

Tina Cipollari, la vulcanica opinionista di Uomini e Donne, è stata la vittima dello scherzo de Le Iene, andato in onda nella puntata di giovedì 17 ottobre 2019, in prima serata su Italia 1.

Lo scherzo, realizzato da Alessandro Di Sarno, è stato realizzato con la complicità del figlio Mattias: verso il finale, lo scherzo è anche sfuggito di mano alle Iene perché, involontariamente, sono rimaste coinvolte anche le forze dell'ordine.

In pratica, Le Iene hanno fatto credere a Tina Cipollari che suo figlio Mattias avesse modificato, tramite documento con firma falsa, la propria microcar (passando dai consentiti 45 km/h ai ben 120 km/h!) e che fosse rimasto coinvolto nel giro delle gare clandestine.

La reazione di Tina è stata coerente con ciò che vediamo abitualmente durante le puntate di Uomini e Donne: ad un certo punto dello scherzo, infatti, la disperazione ha preso il sopravvento nella povera Tina, convinta di avere un figlio delinquente da portare in riformatorio (parole sue...).

Dopo aver visto il documento falsificato dal figlio e dopo aver minacciato di denunciare la ditta che si era occupata delle modifiche alla microcar, e che aveva reclamato un mancato pagamento di una cifra pari a 2.800 euro, Tina Cipollari è andata su tutte le furie quando ha visto un filmato, realizzato ovviamente dalle Iene, nel quale il figlio Mattias veniva circondato e minacciato da altri ragazzini dopo una gara clandestina tra microcar che aveva appena perso.

Di seguito, trovate parte dello sfogo di Tina al telefono con il suo amico più fidato:

Dio mio, adesso lui fa le gare di notte, contromano! Io sto morendo, mi hanno mandato un video... Io sto male, guarda. Fa le gare a chi va più forte bendato! Lo voglio portare in riformatorio, chiamo i Carabinieri, basta! Sono distrutta, sto troppo male.

Successivamente, Tina si è sfogata direttamente con il figlio:

Io voglio mori', io ti voglio ammazzare a te e poi voglio mori'! Tu lo sai che vai in riformatorio. Vattene, non venire più davanti alla mia faccia! TU NON PRENDI PIU' NIENTE DA ME!!! Chiamo il 112! IL CENTODODICIII!!! Vattene!

A questo punto dello scherzo, Tina si è recato in questura per denunciare il figlio e Alessandro Di Sarno è riuscito a fermarla solo quando l'opinionista era già entrata in commissariato. Le forze dell'ordine sono state indulgenti e hanno aiutato la Iena a svelare finalmente lo scherzo, con sospiro di solliero enorme dell'opinionista.

  • shares
  • Mail