A Il Messaggero Fabrizio Moro ha confessato per la prima volta alcuni dettagli sul periodo più buio della sua vita, quello in cui fu segnato dall’uso di droghe e sostanze stupefacenti.

Fabrizio Moro: la droga

Fabrizio Moro non ha fatto segreto di aver vissuto un periodo particolarmente difficile a causa del suo abuso da sostanze stupefacenti. Il cantante sarebbe riuscito a salvarsi grazie al suo amore per la musica e al suo desiderio di formare una famiglia (ha due figli, Anita e Libero, nati dalla relazione  naufragata con Giada Domenicone).

“Io feci uso di stupefacenti perché cercavo tramite le droghe un distacco dalla realtà. […] Iniziai a stare male, avevo paura di morire, di fare la fine di alcuni miei amici. Mi salvai grazie alla mia coscienza. Cosa mi diede la spinta? Il desiderio di realizzarmi, attraverso la mia passione per la musica. E di diventare genitore. Non mi accontentavo di rimanere lì, relegato in un contesto di periferia, disagiato e malmesso anche dal punto di vista del fisico”, ha confessato a Il Messaggero il cantante, che sarà al Festival di Sanremo 2022.

I figli

Moro è molto legato ai suoi due figli e ha confessato che avrebbe paura per le conseguenze che il lockdown e l’isolamento potrebbero avere su di loro. Lo stesso Moro ha infatti rivelato a Il Messaggero di aver incoraggiato i suoi due ragazzi a uscire di più con i loro coetanei. “Temo che gli effetti veri della pandemia sulla psicologia dei ragazzi li vedremo solo tra qualche anno”, ha svelato.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 01-02-2022


Iva Zanicchi, la lite con Donatella Rettore: “Mi diede dell’oca giuliva”

Massimo Ranieri: “L’amore? L’ho sempre perso”