Daniele Scardina, nel corso della sesta puntata di ‘Ballando con le stelle’, si è raccontato in una lunga clip introduttiva prima di esibirsi su una rumba assieme alla propria maestra, Anastasia Kuzmina:

“Prima di Ballando arrivavo da una caduta che mi ha buttato a terra in un modo violento. Subito dopo il lockdown pensavo che potesse riprendere tutto in modo normale. Ed è stato proprio lì che la vita mi ha sconvolto con la perdita di mio nonno. Era famiglia, vita. Io e lui scherzavamo tutto il tempo, ho ancora dei video dove cantavamo, abbracciati, cantavamo assieme, era davvero la mia vita. Si è sempre preso cura di me”.

Il pugile, ancora ad oggi, fatica a superare la morte dell’amatissimo nonno, scomparso dopo un’ischemia celebrale:

“Era a letto, non si muoveva, non dava quasi più segni di vita. Ero lì al suo fianco, che gli tenevo la mano. Finché il Signore, poi, non l’ha chiamato. Quello è stato il periodo più duro della mia vita. Ma lo farei un milione di volte. Mi manca. Ma so che è in in un posto migliore. Sto ancora cercando di uscirne… dalla perdita di mio nonno, dalla distanza dalla boxe, dalla perdita, dalla lontananza di un amore. Mi è crollato il mondo addosso. Faccio ancora fatica a raccontarlo”.

L’atleta, però, continua a volersi circondare dell‘affetto sincero di quelli che non l’hanno mai abbandonato in questo periodo difficile della sua vita da cui sta uscendo, seppur con fatica, anche grazie al ballo:

“Credo ancora nel mio amore. Cerco di mantenere tutto un po’ riservato. L’amore è bello farlo vedere. Quando sono un po’ confuso, e non sai, è lì che ti tieni tutto dentro. E’ amore quello che provo”.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gossip Leggi tutto