Drusilla Foer sarà tra le co-conduttrici del Festival di Sanremo 2022 insieme a Ornella Muti, Sabrina Ferilli, Lorena Cesarini e Maria Chiara Giannetta. La questione ha mandato su tutte le furie il senatore Pillon, che via social ha scritto un post al vetriolo contro la decisione di includere l’alterego di Gianluca Gori alla kermesse.

“Com’era ampiamente prevedibile, al festival di #Sanremo sempre più LGBT è stata assegnata la quota gender-inclusive già nella fase di scelta dei conduttori. Una domanda: ma sempre in rispetto delle quote, non si potrebbe avere tra i co-presentatori un normale papà (uno eh, non due), e magari di ispirazione conservatrice? Sarebbe un bel segnale, se non altro a tutela delle specie a rischio estinzione televisiva”, ha scritto in un post condiviso via social.

Drusilla Foer al momento non ha replicato contro le polemiche in circolazione in merito alla sua presenza al Festival ma in tanti tra fan, amici e colleghi hanno preso le sue parti attraverso i social. Al contrario di Pillon sono anche molti i personaggi che hanno lodato la scelta della direzione artistica della kermesse d’includere Drusilla Foer all’attesa edizione del Festival di Sanremo (che, anche quest’anno, per la terza volta, sarà condotto da Amadeus).

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 13-01-2022


Francesca Sofia Novello, il pancione senza veli: la foto conquista i fan

Giacomo Urtis, la liaison con Fabrizio Corona: “Fu un grande amore”