La scorsa estate si incatenò davanti a Palazzo Chigi per manifestare a sostegno dei lavoratori dello spettacolo. Quasi sei mesi dopo quel gesto, Sandra Milo ha raccontato i retroscena a Oggi è un altro giorno, svelando i dettagli del suo incontro con Giuseppe Conte.

Mi è piaciuto moltissimo – ha affermato l’attrice – facevo lo sciopero della fame, il presidente mi ha chiamato, non lo conoscevo. Il suo staff ha chiesto il mio numero a Barbara D’Urso”. La Milo ha quindi ricostruito la telefonata: “Ho sentito: ‘Buonasera signora sono Giuseppe Conte’. Ho risposto: ‘Buonasera, dica’. E lui: ‘Sono il presidente del Consiglio, non mi crede?’. Io: ‘No, non le credo’. Allora lui mi ha chiesto di chiamarlo a Palazzo Chigi. Ho chiamato e mi hanno passato davvero la segreteria. Parlammo dei problemi dei lavoratori. Gli riferii che non riuscivo a dormire la notte. Mi disse di sospendere lo sciopero e mi domandò quale fosse il mio piatto preferito. Gli risposi che era la pasta al pomodoro. Mi chiese di mangiarla e mi promise che mi avrebbe richiamata il venerdì. Ma non lo fece”. A quel punto la Milo si diresse da un ferramenta per acquistare un paio di catene che utilizzò per legarsi  e attirare i media.

Nel corso dell’intervista con Serena Bortone, la Milo ha parlato pure di amore e fedeltà:

“L’amore è sempre importante, poi diventa niente quando finisce […] Non sono mai stata fedele. La fedeltà è giusta se lo vuoi. L’istinto non è fedele, la fedeltà non è naturale. Come facevo con i mariti? Mica glielo raccontavo. Anche loro avevano le loro libertà. Non ero gelosa più di tanto”.

La diva del cinema, classe 1933, ha infine commentato in maniera entusiasta la decisione di posare nuda per la copertina di Flewid: “Mi sono molto divertita, mi piace il gioco e giocare con l’obiettivo. Fare un racconto mio senza parole, ma con delle espressioni e un modo di porsi“.

 

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Gossip Italiano Leggi tutto