Diana del Bufalo, bufera social per una story su Instagram: “A me piace il catcalling”

Si torna a parlare di catcalling, un’uscita di Diana del Bufalo su Instagram scatena la polemica sui social.

Al centro di un dibattito sui social, Diana del Bufalo dopo aver pubblicato una story sul suo Instagram è subito balzata in vetta ai Trending Topic di twitter, come mai?

Il motivo è presto detto: l’attrice di Che Dio ci aiuti è seguita da 1.6 milioni di followers e i suoi video irriverenti sono spesso fonte di meme. Questa volta però l’argomento tocca una corda molto delicata: il catcalling, ovvero le molestie verbali subìte per strada da molte donne.

Guidavo, ero dentro una macchina. Due uomini, a distanza di 5 minuti “‘aho ah bella! ah bona!'”…Ma in questo stato? Sarà che sono una delle pochissime donne a cui piace il catcalling, però siete falsi.

Tra ironia e un pizzico di provocazione, in uno schiocco di dita la story rimbalza immediatamente su twitter, da lì Diana diventa fonte di scontri e dibattiti. Sommariamente, a Diana viene puntato il dito contro per aver fatto un’affermazione del genere con troppa leggerezza. Al momento Diana non è intervenuta sulle polemiche.

Lo schieramento contro l’attrice è abbastanza chiaro: “Tante donne cercano di spiegare, ogni giorno, perché il catcalling sia osceno, e vengono anche ricoperte di insulti. Arriva Diana Del Bufalo e, con nonchalance, dice che il catcalling le piace, dando un’argomentazione in più ai trogloditi, che la useranno a loro favore“. Un’altra utente scrive: “Oggi Diana Del Bufalo ci insegna che il cat calling non è una molestia, ma qualcosa che lei apprezza. Noi tutte invece che dopo averlo subito ci sentiamo umiliate e terrorizzate tanto da cambiare strada abbiamo vissuto sicuramente un’allucinazione collettiva“. 

C’è chi addirittura esprime delusione per l’uscita: “Rimasta malissimo da quello che ha detto Diana Del Bufalo dato che a me piace da anni” e chi, al contrario, prende le difese: “Se solo la seguiste capireste che era palesemente ironico“. 

Il polverone scatenato dal caso dell’attrice arriva dopo l’ormai celebre denuncia di Aurora Ramazzotti riguardo la pratica del Catcalling.