Confermata nella giuria di Ballando con le Stelle, Carolyn Smith è tornata a parlare della sua malattia e dell’importanza di Milly Carlucci.

La vedremo al suo posto tra i giudici di Ballando con le Stelle. Una cosa bellissima viste le difficoltà di salute che Carolyn Smith ha dovuto attraversare negli ultimi mesi e che si sono ripresentate dopo i guai degli anni precedenti. Di questo e dell’importanza di Milly Carlucci nella sua vita ha parlato la diretta interessata in una bella intervista a Gente.

Carolyn Smith e il retroscena su Milly Carlucci

“Quando, nel 2015, mi hanno diagnosticato il tumore mi sono accorta che fino a quel momento non ero mai stata malata in vita mia. Dopo la prima diagnosi, che peraltro si è poi rivelata non del tutto corretta, non sapevo nemmeno dove andare a farmi curare. Rivolgermi a Milly è stata la cosa più naturale. E la mia salvezza”, ha ammesso prima di tutto la Smith.

L’importanza della Carlucci per la Smith è rimarcata anche nei passaggi seguenti: “(Milly ndr) Si è attivata subito e mi ha fatto conoscere l’oncologa Adriana Bonifacino: dopo lo screening mi ha detto esattamente quello che avevo e, da quel giorno, mi sta curando. Si può dire che Milly mi abbia salvato la vita, che la danza mi salva la vita ogni giorno, che Ballando è un’iniezione di positività, mi dà un’irrinunciabile grinta”.

Nonostante le tante difficoltà vissute, la donna ha raccontato di essere sempre forte e anche per questo non ha mai pensato di tirarsi indietro, neppure dalla partecipazione a Ballando di questa edizione: “Anche se a volte la stanchezza si fa sentire, se le cure sono toste e mi provano, amo troppo il mio lavoro e non mi arrendo”.

Di seguito anche il post Instagram della donna col numero di Gente in edicola con la sua intervista:

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2024 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 20-10-2023


Andrea Giambruno sospeso da Mediaset: Luigi Galluzzo al suo posto

Rosa Perrotta mamma premurosa: “Sto male se sto 48 ore lontana dai miei figli”