Lo scivolone di Aka7even: “Ho urlato come una che**a” poi le scuse

Il cantante di Amici 20 commette una clamorosa gaffe durante una diretta su Instagram: pioggia di polemiche social poi le scuse di Aka7even

Giusto una settimana fa ad Amici, Aka7even festeggiava il traguardo della finale raggiunta coronando il sogno di far ascoltare il suo ultimo singolo Loca. Il brano è già programmato sui principali network radiofonici ed è pronto per la volata dei tormentoni estivi. Dunque il giovane talento si sta godendo il successo professionale, ma una nota stonata c’è ed è piombata poche ore fa.

Aka7even durante una diretta su Instagram ha rivelato che presto, lui e il suo ex “compagno di classe” Deddy, andranno a convivere sotto lo stesso tetto. Nella stessa live però il cantante è stato protagonista di uno scivolone che non è passato inosservato.

Parla proprio dell’avventura nel talent show di Canale 5 e, in particolare, di un episodio accaduto nella casetta dove i concorrenti del programma alloggiavano e lavoravano. Aka descrive la sua reazione ad un siparietto, ma l’uscita non è delle migliori: “Ho urlato come una checca”. Come prevedibile la frase ha fatto il giro del web e su twitter il suo nome è persino balzato in vetta per il cosiddetto ‘over party’ (un modo virale per condannare colui o colei che fa un’affermazione o un gesto discutibile).

I fan scossi dalla situazione hanno immediatamente puntato il dito contro Aka che si è ritrovato – forse involontariamente – nel bel mezzo di una bufera. Per mettere la parola fine al terremoto sul web, il cantante ha ripreso in mano i social per aggiustare il tiro scusandosi per la frase:

Internet è un mezzo molto complicato, dove ogni cosa che viene detta, ha un peso enorme. Lo ammetto, ho sbagliato, l’esempio è la prima cosa da mostrare nel momento in cui si ha un’esposizione pubblica cosi alta, ma vi assicuro che non era mia intenzione.

Aka, accusato di omofobia, rispedisce gli insulti ai mittenti:

Non sono omofobo, ma sono contro I’omofobia. Ho amici omosessuali, e ne vado fiero. Ho sostenuto personalmente i gay pride in passato. Non voglio giustificarmi in nessun modo, ma vi assicuro che usare il termine “Checca” non significava offendere nessuno.

E conclude sottolineando un brandello di un testo del suo brano I gotta Feeling, scritto di suo pugno:

“alla festa tutti benvenuti, coppie di uomini e donne, e di uomini e uomini presi per mano”. Con questo vi lascio una buona notte.

I Video di Gossip Blog

Ultime notizie su Amici di Maria de Filippi

Tutto su Amici di Maria de Filippi →