Rula Jebreal è una giornalista e scrittrice palestinese, con cittadinanza italiana e israeliana, nata ad Haifa, il 24 aprile 1973.

Rula Jebreal parteciperà come ospite alla settantesima edizione del Festival di Sanremo. La sua partecipazione alla kermesse sanremese è stata oggetto di polemiche. Inizialmente, la Rai ha posto il veto sull’intervento di Rula Jebreal sul palco del Teatro Ariston ma, successivamente, c’è stato un dietrofront. Amadeus ha dichiarato che l’intervento di Rula Jebreal riguarderà la violenza di genere: “L’ho incontrata e le ho chiesto di esserci. Non sarà un intervento politico, chi viene a Sanremo non farà politica”.

L’intervento di Rula Jebreal a Sanremo sarà anche in memoria di sua madre: “Mia mamma si è tolta la vita dopo un’infanzia di violenze tra i 13 e i 18 anni, nessuno le aveva creduto per salvare “l’onore” della famiglia”, Vanity Fair). Rula Jebreal ha perso sua madre all’età di soli 5 anni.

La sua carriera giornalistica in Italia ha avuto inizio nel 1997 con collaborazioni con Il Resto del Carlino, Il Giorno e La Nazione. Il primo programma televisivo al quale ha preso parte è stato Diario di guerra, in onda su La7 nel 2002. Per La7, Rula Jebreal ha lavorato anche nei programmi Pianeta 7 e Omnibus, curando anche la rassegna stampa dei quotidiani in lingua araba.

Per la Rai, invece, la giornalista ha lavorato per Annozero, con Michele Santoro, Onda Anomala e Mission – Il mondo che il mondo non vuole vedere.

Rula Jebreal ha una figlia, Miral, avuta dalla relazione con l’artista Davide Rivalta. La giornalista ha avuto anche una relazione con Julian Schnabel, regista del film Miral, pellicola tratta dal suo romanzo autobiografico intitolato La strada dei fiori di Miral. Nel 2013, la Jebreal ha sposato il banchiere statunitense Arthur Altschul Jr., da cui ha divorziato nel giugno 2016.

Il profilo Twitter di Rula Jebreal (@rulajebreal) può contare su un seguito di quasi 130mila follower.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto