Paola Ferrari: "Diletta Leotta al Festival? Spero in un vestito più consono. A Sanremo le provocazioni devono farle i cantanti e non chi conduce"

Paola Ferrari commenta la partecipazione (non ancora confermata) di Diletta Leotta al Festival di Sanremo 2020

Paola Ferrari, giornalista sportiva e conduttrice tv, ospite di Un Giorno da Pecora, su Radio Rai1, ha commentato, per la prima volta, l'indiscrezione che vorrebbe Diletta Leotta accanto ad Amadeus alla guida di una delle serate del prossimo Festival di Sanremo, dal 4 all'8 febbraio 2020, in prima serata, su Rai1: “Come mai a Sanremo, nel ruolo di giornalista sportiva, ci sarà Diletta Leotta e non io? Perché è più bella, più giovane e ha più follower di me. A lei l'hanno chiamata per la seconda volta, a me no, è molto semplice. Mi sarebbe piaciuto sfidarla sul palco dell'Ariston, una bella sfida di simpatia e di fascino, niente di cattivo ovviamente, penso che sarebbe stato divertente”. Avrebbe vinto lei la sfida? “Non credo”.

Cosa augura alla Leotta per questa esperienza sanremese? “Sono sicura che farà benissimo, come la mia amica Rula Jebreal”. E cosa consiglierebbe alla sua collega e volto di Dazn? “L'unico consiglio che posso darle è di indossare un vestito migliore dell'ultima volta, quando sembrava avere una tenda damascata. Sarà fantastica perché Diletta è spontanea e bella, ma spero metta un vestito più consono: a Sanremo le provocazioni devono farle i cantanti e non chi conduce”. Ha detto di esser amica della Jebreal: come immagina la sua presenza al Festival? “Siamo molto amiche e ci stimiamo molto, sono contentissima che ci vada, sarà una presenza di spessore all'Ariston. Sono felice per lei, una donna di una bellezza esagerata ma con una testa super”.

  • shares
  • Mail