Serena Cappello: chi è la moglie di Mario Draghi

Maria Serenella (Serena) Cappello è la moglie del premier incaricato Mario Draghi. La coppia è sposata dal 1973 e ha due figli, ma la donna si mantiene ben lontana dalle luci della ribalta e di lei si sa praticamente molto poco. Una delle sue apparizioni pubbliche risale all’ottobre 2019, quando il marito fu insignito della

Maria Serenella (Serena) Cappello è la moglie del premier incaricato Mario Draghi. La coppia è sposata dal 1973 e ha due figli, ma la donna si mantiene ben lontana dalle luci della ribalta e di lei si sa praticamente molto poco. Una delle sue apparizioni pubbliche risale all’ottobre 2019, quando il marito fu insignito della laurea honoris causa in Economia e Commercio all’Università Cattolica di Milano.

Esperta di letteratura inglese, la Cappello gode di origini nobiliari, in quanto proviene da una famiglia discendente della sposa del Granduca di Toscana Francesco De’ Medici, ovvero Bianca Cappello. L’insegnante è madre di due figli. Federica, laureata in biologia e con un master sul business ottenuto a New York che  dirige ora una multinazionale di biotecnologie e Giacomo, laureato presso la Bocconi e trader finanziario alla Morgan Stanley. Completa il quadretto familiare un bracco ungherese al quale Draghi sarebbe molto legato.

La coppia possiede diverse proprietà tra Umbria, Veneto e Roma. A Serena Cappello è legato un aneddoto particolare datato 2018. In quell’occasione, la coppia si recò a votare per le Politiche. Alla domanda dei giornalisti se Draghi avrebbe accettato di fare il premier su richiesta di Silvio Berlusconi, la moglie rispose: “Lui non fa il governo, non è un politico“. L’ex governatore della Bce, salendo in macchina, la bacchettò: “Dai, sta zitta“. Non proprio un esempio positivissimo di rispetto della coniuge. Un fatto avvenuto soprattutto davanti alla presenza di diversi giornalisti, quando ancora erano possibili gli assembramenti.

Mario Draghi è invece famoso per essere stato il governatore della Banca Centrale Europea.  Con quel ruolo prestigioso si è guadagnato la fiducia dei leader europei. L’uomo è stato per un paio di anni il compagno di classe del conduttore Giancarlo Magalli, che lo ha ricordato con molta simpatia in un’intervista con Alan Friedman.