Roberto Benigni e la dedica alla moglie Nicoletta Braschi: “Conosco un solo modo per misurare il tempo: con te e senza te”

Roberto Benigni ha dedicato il Leone D’Oro alla carriera alla moglie Nicoletta Braschi con una dedica che ha conquistato i social.

Una dedica bellissima che ha fatto rapidamente il giro dei social. Il Premio Oscar Roberto Benigni, durante la giornata di ieri, ha ricevuto il Leone D’Oro alla Carriera nel corso della cerimonia d’apertura della 78esima edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

L’attore e comico toscano ha dedicato il premio alla moglie Nicoletta Braschi, sua partner in moltissimi film da lui diretti: Tu mi turbi, Il piccolo diavolo, Johnny Stecchino, Il Mostro, La vita è bella, Pinocchio e La tigre e la neve. Con la Melampo Cinematografica, la loro casa di produzione, Roberto Benigni e Nicoletta Braschi hanno anche prodotto insieme molte di queste pellicole.

Roberto Benigni: la dedica alla moglie diventata virale sui social

La dedica che è diventata virale in pochissimo tempo sui social è la seguente:

Io conosco una sola maniera di misurare il tempo: con te e senza di te. Questa è la mia maniera di misurare il tempo, lo è sempre stata.

Un romanticismo innato, quello di Roberto Benigni, che, ogni volta, riesce a descrivere perfettamente l’amore che prova per la donna della sua vita:

Dedico il premio alla mia attrice prediletta: Nicoletta Braschi. Alla quale non posso nemmeno dedicare questo premio perché questo premio è suo, le appartiene. Lo dedicherai tu a chi vorrai. Abbiamo fatto tutto insieme per 40 anni… Quanti film abbiamo fatto, come si fa a misurare il tempo in film… Ci possiamo dividere il premio: io prenderei la coda, per manifestare la mia gioia e la mia allegria, mentre le ali sono tue, perché se, qualche volta, nel lavoro che ho fatto, qualcosa ha preso il volo, è grazie a te, al tuo talento, al tuo mistero, al tuo fascino, alla tua bellezza, alla tua femminilità. È tutto grazie alla tua luce, quanta luce emani. La prima volta che ti ho conosciuta, emanavi talmente tanta luce che ho pensato che il nostro Signore, facendoti nascere, abbia voluto adornare il cielo con un altro sole. Il nostro è un amore a prima vista, anzi a ultima vista, anzi a eterna vista.