Dopo la diretta della terza puntata del ‘Grande Fratello Vip 5’, Adua Del Vesco e Massimiliano Morra, hanno avuto modo di chiarirsi definitivamente. L’attrice, come riporta Biccy.it, ha confidato di essere completamente fidata di una persona malvagia che le ha letteralmente distrutto la vita:

Del Vesco: “Io ero succube di quella persona, sai di chi parlo vero? Ero una scema”

L’attore, durante il confronto con l’ex fidanzato, ha confessato di essere stato seriamente preoccupato:

Morra: “Quando ne sono uscito io avevo seriamente paura per te. Leggevo anche cosa dicevano i giornali. Ricevevo telefonate, istigazioni. Tu non hai idea della cattiveria di quella persona”.

L’ex di Gabriel Garko ha ricostruito, in maniera chiara, quello che è successo:

“Io mi stavo inguaiando a stare dentro con loro. Io a un certo punto non ce la facevo più. Ma poi hai visto com’è finita la cosa? C’è stato il periodo in cui io ho avuto paura, non ho passato dei bei momenti.A me dispiace se anche tu sei stato in psicanalisi. Certe cose hanno devastato entrambi. Abbiamo vissuto una fase che vorremmo cancellare, abbiamo subito cose che ci segneranno a vita. Quelle cose non le ho subite solo io, ma anche te, solo noi possiamo capire. Io non volevo vivere più, poi sono scappata di notte. Ma poi dove stavamo? Nel nulla proprio! Vorrei giustizia ma non posso prendermi il peso di tutti. Non potevamo dire l’età. Non potevamo fare nulla, non potevamo vivere, non potevamo avere affetti, io non sapevo più come si socializza. Quando sono andata a Milano è cambiato tutto. Tu hai visto cosa è successo? Noi infatti ci siamo rivisti a quell’evento, tu eri in disparte dietro. Io da quel momento sono scappata da loro, di nascosto. Io non ero lì quando è successa quella cosa. Quella cosa brutta l’ho scoperta il giorno dopo alle 7 del mattino. Lui mi mandò un messaggio. Io gli volevo bene e so che anche tu ne volevi a lui. Ho subito fatto il suo numero e purtroppo non mi rispondeva, ovviamente. […] Io se rimanevo facevo la sua fine. Tu non sai cosa ho passato?! Ero veramente sola e avrei fatto quella fine lì. Lui è morto il 9 gennaio. il Natale prima mi accompagnò lui in aeroporto e mi abbracciò fortissimo e mi disse che aveva bisogno di calore umano, non me lo dimenticherò mai. Con quella sua cosa che ha fatto lui ha liberato me, altrimenti non sarei stata qui. Tanto sappiamo chi è l’artefice di tutto questo schifo. Ma tanto poi il karma… siamo riusciti ad uscirne tutti fuori. Non ci meritavamo quello che è capitato. Forse però ci siamo fortificati dopo aver subito tutti quelle cose. Ci siamo liberati dal male. Eravamo infelici, tristi depressi, ma come facevamo a stare lì?”

Poi, viene tirata fuori la figura di un misterioso Lucifero che sembrerebbe aver ostacolato, ai tempi, la loro relazione:

Del Vesco: “Io comunque mi sogno anche Teo con il lupetto a collo alto sempre nella sua casa e poi l’altro che mi abbracciava con il suo sorriso e mi pugnalava nella schiena. Dici che lui è Lucifero? Lo sappiamo. Ma tu preghi? Ti consiglio, prega, fidati che serve. E l’altro? lui mi ha rovinato la vita, mi ha dato tanto però mi ha rovinata. Dicevano anche che mi drogavo”.

Morra: “Tu credi nelle energie negative?. Io sono convinto che lui sia Lucifero, il male supremo. A volte mi capita di sognarlo. E’ come se fosse un’energia negativa”.

Morra: “L’innominabile… Che personaggio. Non rinnego nulla. E’ stata un’esperienza molto negativa ma è stata comunque un’esperienza. Mi ha cambiato da tanti punti di vista. Ho raggiunto degli obiettivi lavorativi a cui tenevo”

Del Vesco: “Tutti gli anni con il quale potevo passare con la mia famiglia o con il mio ragazzo con cui non sono potuta stare per suo volere. Niente è paragonabile a tutti i successi lavorativi. Quegli anni non me li ridarà indietro più nessuno”.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto