Anna Tatangelo: "Tacchi e make-up erano lo scudo delle mie insicurezze"

La cantante a La stampa sul suo nuovo corso di vita: "Mi sono trovata costretta a dover dimostrare sempre qualcosa in più rispetto agli altri"

La nuova vita di Anna Tatangelo è un grande libro da scoprire. Ne è passata di acqua sotto i ponti da quel Sanremo che l'ha vista protagonista con il brano Doppiamente Fragili, con una maturità messa al centro del proprio percorso prima del previsto, a soli 15 anni, determinata a non mollare mai nonostante le critiche piovute per essere stata la donna a fianco di Gigi d'Alessio.

Una relazione che, come ormai ben sappiamo, la cantante ha messo alle sue spalle salvando il rapporto di stima e affetto, mirando a nuovi orizzonti che, in questo momento, sono tutti verso il nuovo progetto discografico in rotazione da qualche settimana. Con la voglia di cambiare pagina c'è anche la voglia di cambiare look: via il look castano, arriva un inedito biondo.

A La stampa, Anna Tatangelo parla della sua rivoluzione esteriore, ma anche interiore:

Il mio parrucchiere Antonino continua a dirmi che sono pazza, ma per quello che sta accadendo pure alla mia vita artistica un cambio deciso ci sta. In privato sono così, quella alla mano con cui puoi scambiare due battute per strada, non quella imprigionata in sovrastrutture che non le appartengono. Penso proprio che tacchi e make-up fossero uno scudo per le mie insicurezze. Barriere di cui oggi non sento più il bisogno. Oggi mi fa molta meno paura essere giudicata.

A proposito dei giudizi altrui, aggiunge:

Mi sono trovata costretta a dover dimostrare sempre qualcosa in più rispetto agli altri. Anche se le opinioni preconcette erano spesso legate a fattori non proprio connessi con le mie capacità e le mie canzoni. Oggi me ne frego, ma quanta fatica ho fatto per arrivare a capire che passare la vita a difenderti non ti fa godere quello che hai.

Del suo nuovo singolo Guapo con il rapper napoletano Geolier colpisce una frase "mi basto da sola e no, non è un clichè" che in qualche modo può essere interpretata in modo autoreferenziale. Anna implicitamente lo conferma: "Quella frase tratteggia l'immagine di una donna emancipata, con una sua testa, che non baratta la propria indipendenza con beni materiali quali diamanti, viaggi e borse firmate"

33 anni, una mamma dal carattere forte che ora si rapporterà con l'età adolescenziale di suo figlio Andrea, avuto dalla storia con d'Alessio.

  • shares
  • Mail