L’attrice Naya Rivera è morta annegata nel lago Piru, in California, dove lo scorso 8 luglio era andata col figlio Josey, di 4 anni, per una gita in barca. Solo ieri, lunedì 13 luglio, i sommozzatori sono riusciti a localizzare e recuperare il corpo dell’attrice, che sembra essere riuscita a mettere in salvo il figlio sull’imbarcazione che stava andando alla deriva mentre loro erano in acqua, ma che non avrebbe poi avuto le forze sufficienti per salire a bordo. Questa la ricostruzione fornita dallo Sceriffo di Ventura County che ha seguito le operazioni di soccorso prima e recupero dopo sulla base anche dei racconti del figlio, spinto sulla barca dalla mamma che poi ha visto sparire sott’acqua. Sarà l’autopsia a stabilire, si spera, le cause della morte della 33enne.

La morte improvvisa e per molti versi ‘inaccettabile’ dell’attrice ha sconvolto i fans della serie che l’ha portata al successo internazionale, Glee, e anche i suoi compagni di avventura, già toccati da diverse tragedie. Prima la morte di Cory Monteith, trovato senza vita in un albergo in Canada per un mix letale di droga e alcool il 13 luglio 2013, quindi nel 2018 il suicidio di Mark Salling, per un certo periodo partner della Rivera, che si dichiarò colpevole di possesso di materiale pedopornografico. E a legare ancora di più queste tre storie la data del ritrovamento del corpo della Rivera, scomparsa l’8 luglio ma recuperata il 13, lo stesso giorno della morte di Cory Monteith.

Il successo della serie aveva legato particolarmente il cast che proprio lunedì mattina si era ritrovato con la famiglia a pregare lungo le sponde del lago Piru affinché Naya fosse ritrovata. La foto degli amici e dei familiari che si tengono per mano mentre procedono le operazioni di recupero è una di quelle che rappresenterà di certo questa vicenda.

Una volta ufficializzata la morte di Naya Rivera, i social hanno raccolto i messaggi di cordoglio e dolore dei suoi fans ma anche dei suoi colleghi.

Tra i primi ad arrivare quello di Jane Lynch, nella serie Sue Sylvester:

“Riposa in pace, Naya. Che forza che eri. Tanto amore e tanta pace alla tua famiglia”.

Una foto in bianco e nero, invece, è quella scelta da Chris Colfer, noto come Kurt Hummel, accompagnata da una lunga didascalia.

 “Come posso riassumere tutto l’amore e la stima per una persona in un post? Come riassumere dieci anni di amicizia e di risate solo con le parole? Se siete stati amici di Naya Rivera, beh non c’è modo. La sua luce e il suo humor non avevano eguali. La sua bellezza e il suo talento erano ultraterreni. Ha sempre detto la verità a chi era al di sopra di lei con equilibrio e coraggio. Sapeva trasformare una  giornata pessima in una straordinaria con una sola battuta. Ha ispirato e sollevato persone senza neanche mettersi particolarmente d’impegno. Esserle amico è stato un onore e un onere. Naya era davvero unica nel suo genere e lo sarà sempre. Mando tutto il mio affetto alla sua meravigliosa famiglia e al suo bellissimo bambino”.

 

Non è da meno il messaggio lasciato da Darren Criss, nella serie Blaine Anderson.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

She was bold. She was outrageous. She was a LOT of fun.⁣ ⁣ Naya made me laugh like no one else on that set. I always said it while we were working together and I’ve maintained it ever since. Her playful, wicked sense of humor never ceased to bring a smile to my face.⁣ ⁣ She played by her own rules and was in a class of her own. She had a brashness about her that I couldn’t help but be enchanted by. I also always loved her voice, and savored every chance I got to hear her sing. I think she had more talent than we would have ever been able to see.⁣ ⁣ I was constantly moved by the degree to which she took care of her family, and how she looked out for her friends. She showed up for me on numerous occasions where she didn’t have to, and I was always so grateful for her friendship then, as I certainly am now.⁣ ⁣ And even as I sit here, struggling to comprehend, gutted beyond description- the very thought of her cracks me up and still brings a smile to my face. That was Naya’s gift. And it’s a gift that will never go away. ⁣ ⁣ Rest in peace you wild, hilarious, beautiful angel.

Un post condiviso da Darren Criss (@darrencriss) in data:

“Era coraggiosa. Era ‘scandalosa’. Era DIVERTENTISSIMA. Naya mi ha fatto ridere come nessun altro su quel set. L’ho sempre detto, fin da allora, e anche oggi. Il suo giocoso e cinico senso dell’umorismo mi ha sempre fatto sorridere. Giocava alle sue regole ed è sempre stata di un altro livello. HO sempre avuto un debole per lei e mi ha sempre incantato. Ho sempre amato la sua voce e mi sono goduto tutte le occasioni in cui ho potuto sentirla cantare. Penso che avesse più talento di quando potessimo vedere. Mi ha sempre commosso il modo in cui si è presa cura della sua famiglia e dei suoi amici. Mi è stata accanto anche quando non me lo sarei aspettato e le sono sempre stato grato per la sua amicizia, allora come ore. E mentro sono seduto qui, senza riuscire a capire, distrutto come non riesco neanche a dire, il solo pensiero di lei mi fa crollare e nello stesso tempo mi fa ancora sorridere. Questo era il dono di Naya. Ed è un regalo che non sparirà mai. Riposa in pace, selvaggio, diventente e bellissimo angelo”.

 

Amber Riley (Mercedes Jones) la ricorda con un video in cui canta col figlioletto.

“La mia partner preferita nei duetti. Ti voglio bene. Mi manchi. Ora non trovo le parole, provo solo tante cose diverse. Riposa in pace, angelo mio, e sappi che la tua famiglia non dovrà mai preoccuparsi di nulla”.

 

Le fa eco Kevin McHale, nella serie Artie

Mia Naya, mia serpentella, mia ape. Io non posso davvero immaginare questo mondo senza di te” è l’inizio di un lungo messaggio lasciato in un ‘soliloquio’ via Twitter.

“Sette anni fa, in questo stesso giorno, io e lei eravamo a Londra e venimmo a sapere di Cory. Eravamo così lontani da casa, ma ringrazio ancora che ci fosse lei al mio fianco e che fossimo insieme. Esattamente una settimana fa parlavamo di una fuga alla Hawaii. Tutto questo non ha senso. E probabilmente non ne avrà mai.

Era così forte e indipendente e l’idea che non sia più qui è una cosa che fatico a comprendere. Era la persona più perspicace che abbia mai conosciuto, con una memoria di ferro, capace di ricordare parola per parola le più ‘inutili’ conversazioni di un decennio prima. Quante volte ha memorizzato quei monologhi folli di Glee al mattino senza mai sbagliare durante le riprese: era senza dubbio la più talentuosa tra tutti noi. Era la persona più talentuosa che abbia mai conosciuto e sono furioso perché non potremo vederla più all’opera.

Sono grato, però, per tutti i modi in cui è riuscita a rendermi una persona migliore. Mi ha insegnato a difendermi e a parlare in nome delle cose e delle persone che sono importanti per me, sempre. Sono grato per tutte le volte che mi ha fatto ridere fino alle lacrime. Sono grato perché è diventata parte della mia famiglia. E mi ga piacere ricordare che mio padre la conobbe molti anni prima che io la trovassi in Glee e quando la trovai nel cast mi disse “cerca una ragazza di nome Naya perché sembra molto carina”.Beh, papà, era carina ed è diventata una delle mie persone più care.

Se siete stati così fortunati da averla conoscuta, allora saprete che il suo più grande, e naturale, talento era quello di essere una madre. Il modo in cui ha amato il suo bambino era la quintessenza di Naya e la sua gioia più grande. Sono grato del fatto che Naya sia riuscita a portare in salvo il suo bambino su quella barca. E sono lieto che abbia una famiglia forte e affettuosa intorno a lui, che lo proteggerà sempre e gli racconterà della sua incredibile mamma. Io spero solo che la sua famiglia riesca a trovare il modo di fare i conti con questa tragedia. Per essere così esile, Naya è stata una presenza gigantesca e lascerà un vuoto in quelli che l’hanno conosciuta di persona e per i milioni  di fan che l’hanno amata in tv, che non sarà mai colmato. Ti voglio bene, apina”.

 

Una lunga lettera anche quella lasciata da Harry Shum jr. (Mike Chang).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Harry Shum Jr (@harryshumjr) in data:

“Cara Naya,

non riesco proprio a elaborare questa notizia. Ho sempre pensato che un giorno, tra qualche anno, ci saremmo rincontrati per parlare dei nostri tempi d’oro e avremmo sentito la tua risata contagiosa arrivare dal corridoio, sapendo che ci avresti regalato qualche sorpresa. Per molti, me compreso, tu eri l’anima della festa. Non solo sapevi come farci divertire alla fine di una lunga giornata, ma sei sempre stata quell’amica brillante sempre pronta ad ascoltare, comprendere, guardare oltre e dare leggerezza anche nei momenti difficili.

Sei sempre stata una forza della natura nello show. Ti ammiravo mentre memorizzavi monologhi lunghi pagine pochi istanti prima di girare e di metterci tutta l’anima rendendo speciale qualsiasi cosa fosse stata scritta. Le nostre conversazioni profonde tra una ripresa e un’altra li ricordo come alcuni dei miei momenti preferiti con te. Sapevo quali fossero le tue speranze e i tuoi sogni per il futuro e quando è arrivato Josey, “il tuo più grande successo” come dicevi tu, sono stato così felice di vedere il tuo sogno diventare realtà.

Meritavi di più. Mi spiace così tanto, perché meritavi molto di più. Hai dato tutto quello che potevi nella tua vita e mi auguro che tutto quello che sei riuscita a donare ti sia reso quando riabbraccerai nostro fratello (Cory Monteith, ndr) in Paradiso. Sono grato per tutti i ricordi. Faremo in modo di mantenere vivo il tuo ricordo e il tuo spirito in modo che Josey cresca sapendo che donna incredibile eri. Ti voglio bene, Naya. Mi manchi già tantissimo. Ed mi mancherai in eterno”.

L’attrice Heather Morris, che nella serie era la sua amata Brittany, si era offerta di partecipare alle ricerche e aveva postato un messaggio di speranza perché si riuscisse a salvare. Dal ritrovamento non ha più postato nulla sul suo profilo Instagram. Lo stesso, al momento, vale per Matthew Morrison, Mr. Schuester nella serie, insegnante di spagnolo e anima del Glee Club, che era un po’ il papà di tutti i personaggi. Il suo silenzio si nota.

Ha affidato il suo ricordo invece a tre fotografie, invece, Lea Michele. Già nell’occhio del ciclone per le accuse di razzismo e di comportamenti offensivi durante le riprese della serie, ricevute nelle scorse settimane da alcune delle sue ex colleghe, la Michele è stata bersagliata dagli haters per il suo silenzio nei giorni delle ricerche del corpo della Rivera. Su Instagram l’attrice, incinta al nono mese, si è limitata a una story in cui reaccoglie tre scatti: il primo è dedicato a Cory Monteith, suo compagno all’epoca della morte, di cui proprio ieri – come detto – ricorreva il settimo anniversario della scomparsa, il secondo immortala la Rivera, mentre il terzo vede il cast di Glee, di spalle, guardare verso il mare e la spiaggia.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto