Uomini e donne, Giorgio Manetti commenta la storia fra Gemma e Nicola: "Cosa non si fa per la pagnotta"

L'ex cavaliere del dating show esprime un giudizio lapidario sulla nuova storia fra Gemma e il giovane cavaliere Nicola

Nonostante abbia lasciato la televisione ormai parecchio tempo fa, Giorgio Manetti non smette di far parlare di sé. L'ex cavaliere del Trono Over di Uomini e Donne, dopo aver vissuto una storia d'amore turbolenta con Gemma Galgani, ha preferito lasciare la trasmissione di Canale 5 e tornare alla sua vita quotidiana. Eppure, spesso e volentieri, il bel toscano viene interpellato per commentare le storie della sua ex.

Intervistato in radio dal giornalista Francesco Fredella a Viaradio Autostrade per l'Italia, nel digital space di RTL 1025, Giorgio Manetti ha parlato dell'avventura che attualmente Gemma sta vivendo in compagnia del suo ultimo giovanissimo corteggiatore, Nicola Vivarelli, prima noto con lo pseudonimo di Sirius. La dama torinese e il bel ragazzo, con cui Giorgio condivide la regione di nascita, hanno iniziato a conoscersi durante la quarantena e ora pare stiano trascorrendo l'estate insieme, in attesa di tornare di fronte alle telecamere di Canale 5 a settembre. Ma che ne pensa di questa curiosa ed inedita frequentazione tra Gemma e un ragazzo poco più che 26enne?

Se fosse stata una cosa successa al di fuori dei teleschermi, sarebbe un altro discorso. Fuori una storia così può anche essere nornale, ma io chiuderei con una frase lapidaria: "Cosa non si fa per la pagnotta". Ormai è lì da dieci anni. Ma l'amore se capita, deve capitare per caso. Più lo cerchi e meno lo trovi, non ha senso. Una persona normale ha molte meno possibilità di trovare l'anima gemella, a meno che non esca ogni sera per locali. Per me è difficile credere ad una cosa televisiva così, magari fuori dagli studi può essere anche accettabile. Nello studio televisivo mi sembra molto difficile, ma poi tutto può essere ovviamente.

Anche voi la pensate come Giorgio Manetti, che presto sarà impegnato in un cortometraggio di Domenico Costanzo?

  • shares
  • Mail