Sono del Sud... e non mi sento inferiore: la campagna social (video)

La campagna social di alcuni vip dopo le dichiarazioni di Feltri sui meridionali

"Sono del Sud... e non mi sento inferiore!", è questa la campagna social lanciata da Nunzia De Girolamo con un video alla quale hanno già aderito Biagio Izzo, Rita Dalla Chiesa, Maurizio De Giovanni, Gigi D'Alessio, Beppe Convertini, Marisa Laurito, Mariano Bruno, Claudio Amendola, Raimondo Todaro, Angelo Russo, Gigi Finizio, Maurizio Casagrande, Sal Da Vinci, Manuela Arcuri, Sergio Friscia, Francesco Paolantoni.

Visualizza questo post su Instagram

Ennesimo e scellerato attacco al Sud: ora basta! Ci mettiamo la faccia per dirlo a chiare lettere: siamo del Sud e ne siamo fieri ed orgogliosi! Un grazie speciale a: @biagio_izzo_official, @rita_dalla_chiesa_official, @mdg.officialpage, @gigidalessioreal, @beppeconvertini, @marisalaurito2018, @marianobrunoofficial, @claudioamendolaof, @todaroraimondo, @angelorusso_official, @gigifinizioreal, @maurizio_casagrande, @manuelaarcuri_official, @saldavinciofficial, @sergio_friscia, @francescopaolantoni che hanno voluto aderire a questa campagna! Se vi fa piacere, fate anche voi un breve video ed inviatelo in direct o su info@nunziadegirolamo.it CONDIVIDI PER DIFFONDERE #iosonodelsud

Un post condiviso da Nunzia De Girolamo (@nunzia.degirolamo) in data:

Dalla Chiesa: 'Profondamente orgogliosa di amare così tanto il Sud'.

Convertini: "Sono fiero di essere del Sud. Nel mio vocabolario non esistono le parole inferiorità e superiorità. In ogni caso da uomo del Sud non mi sento inferiore".

Laurito (dopo aver elencato le eccellenze meridionali): "Viva gli italiani, tutti, tranne gli infeltriti"

Tordaro: "Sono proprio terrone e ne vado fiero. E soprattutto non mi sento inferiore a nessuno"

Russo: "Sono orgoglioso di essere del Sud e non mi sento inferiore a nessuno"

Casagrande: "Io non mi sento superiore, ma sono fiero di quello che sono. Ho imparato una cosa nella mia ignoranza. Quelli che vedono gli altri inferiori, in genere, sono degli imbecilli".

Da Vinci: "Io sono un italiano di Napoli".

Paolantoni: "Caro Vittorio, ormai è evidente... Hai un problema e anche molto serio. Hai il rododendro. Sarà invidia, mancanza di napoletaneità, assenza di ironia, mancanza di friarielli. Quindi capiamo il problema, noi meridionali che abbiamo il cuore grande ti stiamo vicino".

  • shares
  • Mail