Antonella Elia: le dichiarazioni su Licia Nunez, Fernanda Lessa, Enrica Bonaccorti e Valeria Marini durante la diretta Instagram di Chi

Antonella Elia a ruota libera su Fernanda Lessa, Patrick Ray Pugliese, Licia Nunez e Valeria Marini

Antonella Elia e Pietro Delle Piane, ospiti, oggi, venerdì 17 aprile 2020, della diretta Instagram del settimanale 'Chi', ha ripercorso la propria avventura all'interno della casa del 'Grande Fratello Vip'. Tra i 'bersagli' preferiti della showgirl, Licia Nunez e Antonio Zequila:

Elia: "Licia la più falsa. Ha usato tattiche, si è avvicinata alle persone al momento opportuno. E' stata una piccola stratega. Un po' le è servito"

Elia: "A me è dispiaciuto che Antonio si sia trasformato in un'altra persona. C'è stato un corto circuito ad un certo punto. Si è creato un'altra realtà. E' iniziato il tracollo con l'ingresso della Marini. Si è sentito aggredito anche da me che ero sua amica. Ci sono stati episodi che mi hanno fatto incavolare, come gli appelli per farmi uscire. Quando tenevo Sossio, per la mano, io ho visto, in lui, uno sguardo da pazzo come se stessimo facendo qualcosa contro di lui. L'ha vissuto in modo molto personale".

Delle Piane: "Zequila? E' fuori allenamento come attore. E' una bravissima persona".

Amari anche i giudizi anche su Fernanda Lessa e Paolo Ciavarro:

Elia: "Paolo, non essendosi mai esposto, è stata tappezzeria per quello che mi riguarda".

Elia: "Ci sono delle persone che mi hanno creato delle sofferenze psicologiche e fisiche. La Lessa, Licia non le vorrò più vedere nella vita. La Marini? Se fosse dipeso da me le avrei strappato tutte le extension a due ore dal suo ingresso nella casa. Io ho subito lei, non mi dava tregua".

Domenica sera, l'ex stellina di 'Non è la Rai' sarà ospite di 'Live non è la d'Urso' e affronterà cinque temutissime sfere.

Elia: "Patrick? Non avrei dovuto perdonarlo. Questa è stata la grande trappola. Adesso che sono uscita, penso che lui abbia fatto un gioco dal primo momento che è entrato nella casa. Sossio, invece, è stata una boccata d'aria fresca. Mi è simpaticissimo. Non ha tattiche".

E sulla Bonaccorti: "Non era materna affatto con me. Aveva più amicizia con Yvonne Sciò. Le davo fastidio. Da metà anno in poi, faceva delle battute. Pensava che volessi defraudarla di qualcosa. Io non sapevo nemmeno perché ero lì. Inaffidabile è una brutta cosa da dire. Non so cosa intendesse. Non voglio rubare la scena".

Sulla Mosetti: "Io non so chi sia la Mosetti. Non abbiamo lavorato mai assieme. Miriama era competitiva come lo si può essere tra ragazzine. Ognuno aveva il proprio spazio. E' da un po' che non la vedo. Abbiamo fatto assieme il Cruciverbone. Tutte volevamo essere inquadrate da Gianni Boncompagni. Una volta mi ha rimproverato perché non riuscivo ad imparare un playback".

  • shares
  • Mail