Donatella Rettore dopo il cancro: "L'abbiamo preso in tempo. Io non mollo e non mi abbatto"

La cantante starebbe bene. In questo momento starebbe trascorrendo la sua convalescenza in compagnia del marito e dei suoi tre cagnolini Orso, Lupo e Collins.

Si sarebbero stabilizzate le preoccupanti condizioni di Donatella Rettore, che soltanto pochi giorni fa aveva comunicato per mezzo social di essere affetta da un cancro ma di non essere in punto di morte, "non subito, per lo meno". Un annuncio che aveva inizialmente molto preoccupato i fan, ma che - come solito di Donatella - aveva anche dimostrato ancora una volta la forza di una leonessa quale quella della Rettore, pronta a combattere contro ogni avversità senza mollare mai.

"Sto bene, morirò ma non subito per lo meno" aveva quasi scherzato l'artista. Ad oggi, però, le sue nuove dichiarazioni rasserenano ulteriormente. Donatella ha infatti fatto sapere, nel corso di una lunga intervista al settimanale Oggi, che si sta riprendendo trascorrendo la convalescenza nella sua casa di Castelfranco Veneto, dove vive con il compagno di una vita, il marito Claudio Rego, e i cagnolini Orso, Lupo e Collins.

Certo, per lei la battaglia non è ancora finita, ma non dovrà sottoporsi a radioterapia o chemioterapia, e anche per questo la cantante spera di poter tornare presto ad esibirsi live. E nonostante tutto, Donatella spiega di affrontare con grinta anche questo particolare periodo di quarantena, e di non temere affatto il Coronavirus grazie alle prevenzioni che con cura continua a prendere ogni giorno:

"Coronavirus? Sto attentissima perché nel 2009 mi sono beccata la Sars. L’epidemia era quasi finita, era settembre, e una sera cominciai a tremare. Avevo 40 di febbre e chiamai il medico che capì subito. Arrivò a casa tutto bardato – camice, mascherina e visiera – e mi fece il test. Era positivo. Nel mio paese c’erano stati solo quattro casi, è un mistero come l’ho presa. Sono molto ligia alle regole e sono grata alla mia regione che ci ha spedito a casa una mascherina a testa. La disinfetto e me la tengo cara. Per quanto riguarda il tumore, abbiamo beccato il sassolino proprio all’inizio".

Insomma, Donatella Rettore ha più forza di una leonessa, e noi non possiamo farle che un altro grande in bocca al lupo. Metticela tutta, Donatella! Ma lei, lo assicura: "Non mi abbatto".

  • shares
  • Mail