Sangiovanni criticato per i vestiti fucsia: “Non siamo liberi di essere quello che vogliamo essere”

Sangiovanni, cantante lanciato dalla ventesima edizione di Amici, ha raccontato un episodio spiacevole che gli è capitato.

La carriera di Sangiovanni è esplosa grazie alla ventesima edizione di Amici. Il giovane cantante vicentino, secondo classificato nell’edizione di quest’anno del talent show di Maria De Filippi, attualmente, è ai primi posti delle classifiche con il suo album omonimo e con il singolo estivo, Malibu.

Il cantante, noto anche per il look colorato, per i suoi outfit tendenti al rosa e per lo smalto alle unghie, ha raccontato sui social un episodio spiacevole che gli è capitato. In giro per strada, infatti, l’artista 18enne è stato criticato da uno sconosciuto per i suoi vestiti fucsia.

Sangiovanni ha deciso di raccontare questo episodio, non per cercare solidarietà tra i suoi numerosissimi fan, ma per sottolineare il fatto che, nel nostro paese, tante persone ragionano ancora tramite pregiudizi e preconcetti.

Di seguito, trovate il racconto di Sangiovanni, condiviso tramite Instagram Stories, che ha invitato tutti a combattere per le proprie libertà:

Passeggiavo per strada ieri sera e ad un certo punto, incrocio un tipo che mi guarda e fa: “Ma non ti vergogni?”. Perché ero vestito di fucsia. Non lo dico perché ci sto male, perché queste cose non mi toccano minimamente, anche perché non darò mai la soddisfazione di vedermi stare male, non gliela darò mai vinta, e poi me ne frego abbastanza. Volevo solo dirvelo per farvi riflettere su quanto in Italia ci sia ancora una forte chiusura mentale e forse non solo in Italia. Non siamo liberi di essere quello che vogliamo essere, non siamo liberi di vestirci come caz*o ci pare, di amare chi caz*o ci pare, senza essere giudicati. Però, si può combattere. So che voi siete con me, grazie per il supporto, grazie per l’affetto.