L’attrice di Doc – Nelle Tue Mani si è raccontata a cuore aperto nelle scorse ore a Silvia Toffanin, negli studi di Verissimo. Matilde Gioli ha voluto raccontare della sua vita privata e anche di come stiano procedendo le cose per lei dal punto di vista lavorativo. Tra tutte però, ha particolarmente colpito gli spettatori la confessione di quel terribile incidente accadutole quando aveva soltanto 16 anni.

Matilde Gioli, attrice inizialmente a debutto con Virzì, ha quasi scherzato su quanto le sia capitato mentre si trovava in gita con la scuola, quando ancora frequentava le scuole superiori. Di fatto, però, Matilde è sopravvissuta per miracolo e ha rischiato di rimanere paralizzata a letto per tutta la vita.

“Avevo tra i 15 e i 16 anni, ero in vacanza a Londra in un college inglese. Avevano organizzato la gita al parco acquatico ma non c’era il giusto controllo. Mi sono tuffata da 5 metri e subito dopo di me un ragazzo turco alto un metro e 90 che mi è caduto sulla schiena: c’erano cinque fratture vertebrali, un trauma cranico. Non sapevano se sarei tornata a camminare. Ora non riesco a raccontarlo in maniera triste perché come vedi sto bene: è stato un miracolo”.

Un brutto incidente che sarebbe potuto costarle molto caro, ma dal quale fortunatamente è uscita illesa. Tra i tanti argomenti toccati nel corso della sua intervista, anche i riferimenti a papà, scomparso prematuramente quando lei aveva soltanto 22 anni:

“Avevamo tante passioni in comune, ho avuto la fortuna di viverlo fino ai 22 anni. […] Sono sempre stata convinta che mio padre non avesse capito che ero stata presa per un ruolo da protagonista. Si era ammalato e stava perdendo la lucidità proprio in quel periodo, invece stamattina il fioraio mi ha raccontato di quando mio padre gli disse che fossi stata scelta per il film di Paolo Virzì”.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Pettegolezzi Leggi tutto