Elisabetta Gregoraci, oggi, 23 settembre 2020, è tornata a parlare della fine del matrimonio con Flavio Briatore: un matrimonio durato 13 anni che l’ha fatta crescere immediatamente rinunciando alla spensieratezza di giovane ragazza (“Sono sempre stata inquadrata. Le cazzate non le ho mai fatte a 18 anni. Io potevo fare le marachelle, vivevo da sola a Roma ed invece niente”). La showgirl calabrese, stasera, si è confidata, a lungo, con Matilde Brandi e Stefania Orlando che, ormai, formano un trio inossidabile:

“Questa storia non mi ha aiutata. Sono dovuta diventare subito grande. Lui è sempre stato Briatore, una figura forte. Non potevo fare la cretina nemmeno lavorativamente. Avevo un ruolo. Ho dovuto fare delle scelte. Ho cambiato la mia vita, l’ho seguito. Ho dovuto rinunciare ad esperienze lavorative. La mia prima vacanza con un’amica l’ho fatto a 18 anni. L’ho sempre dovuto seguire nei suoi ruoli. Facevo un lavoro di pubbliche relazioni. Adesso, mi vedete così. Ho imparato tante cose. Ho viaggiato tantissimo, ho conosciuto tanta gente. Ma mi ha tolto tanto altro. Io ho voluto fare il GF per avere un attimo di spensieratezza. Io ho avuto pochi momenti per ridere”.

La nascita del piccolo Nathan Falco ha rappresentato un momento fondamentale della sua vita perché, grazie all’arrivo del figlio, è riuscita ad alleviare il dolore per la morte dell’amatissima mamma:

“Mi ha salvata mio figlio. Ho cancellato anche dei lavori per stare con lui. Io ho sempre l’ansia di ammalarmi perché mia mamma si è ammalata a 38 anni. Anche mia sorella è traumatizzata”.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto