Un nuovo intervento, e a quanto pare molto atteso, quello che ha visto Manuela Arcuri raccontare a Dagospia la sua personalissima verità a proposito del caso già soprannominato Ares Gate. L’attrice ha esordito spiegando di essere rimasta in silenzio per qualche giorno “per capire fino a che punto si spingesse questa follia”, ma ora finalmente si è sentita pronta a dire la sua a favore di Alberto Tarallo.

“Non ho mai sentito tante falsità come in questi giorni” ha poi aggiunto Manuela Arcuri, che contro Adua Del Vesco e Massimiliano Morra ha anche dichiarato:

“Io non posso neanche pensare che le persone non abbiano riconoscenza nella vita. Essere riconoscenti è un dovere. È una questione di rispetto, quando una persona ti dà tanto non puoi voltargli le spalle così” prima di aggiungere: “Hanno detto cose pesantissime. Sono senza parole. Io ho solo visto tanta generosità da parte di Alberto Tarallo. Un grandissimo produttore che ha creato attori totalmente sconosciuti e che venivano dal nulla”.

Ma non è tutto. Manuela sarebbe anche convinta della generosità e della bontà di un uomo, Tarallo, che a più riprese negli ultimi giorni sarebbe stato definito Lucifero. A tal proposito, la stessa attrice ha spiegato:

“Lucifero? Ma dai! Sono allibita! Al massimo mi dava dei consigli, come può fare qualsiasi persona con cui lavori e cerca di proteggerti. Io con lui ancora oggi sono in ottimi rapporti. Sono una donna riconoscente”. E su Teodosio Losito, sceneggiatore e produttore morto suicida nel 2019, Manuela aggiunge: “Con lui avevo un rapporto bellissimo. Giuro che ascoltare istigazione al suicidio (frase pronunciata dalla Del Vesco, ndr) mi infastidisce. Tra lui e Alberto Tarallo c’era un grande amore, nato dalla loro unione totale nella vita e nel lavoro. Una fusione di due persone che portavano avanti il loro lavoro con amore. Teodosio per Alberto era intoccabile.”

Ultime ma non per importanza anche le dichiarazioni di Manuela Arcuri su Gabriel Garko, con il quale più volte l’attrice aveva spiegato di avere avuto dei flirt sfociati in momenti di vera passione:

“Io non ho mai finto un flirt e non mi è stato chiesto. Ho avuto una relazione con Gabriel durata pochissimo, ma era vera. Parliamo di tanti anni fa”. E sul coming 0ut del collega aggiunge: “Sono contenta, spero che ora sia un uomo più felice e che possa sentirsi più libero. Magari lo avesse fatto prima”.

In chiusura, Manuela ha anche raccontato di essersi sentita con Alberto Tarallo prima di rilasciare la sua intervista a Dagospia:

“Sto facendo questa intervista solo per lui. Difendo Alberto, non si fa così. Non si gioca con la vita delle persone. Mi sembra più di una gogna. Qui non parliamo di un matrimonio inventato, qua si gioca con la vita della gente. Parliamo di un grande produttore, di una tragedia che è successa un anno e mezzo fa, una cosa delicatissima. Al funerale di Teodosio c’erano tutti. Piangevano, capisce. Sembra un film. Ho detto ad Alberto che questa è la fiction più assurda che abbia mai potuto girare, ha sorriso anche lui”.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto