Serena Enardu, caso svastica: "I primi ignoranti siete voi. Ora guadagnerò da voi"

Uno sfogo contro quanti l'avrebbero attaccata in questi giorni quello di Serena Enardu sulle sue Instagram Story. La ex di Pago promette: "Ora guadagnerò io da voi. Se andate avanti per me sarà un vantaggio"

Un caso che ha fatto parlare per sé per giorni e che sembra non essere ancora del tutto archiviato quello che ha coinvolto nelle ore precedenti le sorelle Enardu, Serena in primis, per aver ripreso e fotografato una torta di compleanno, quella della loro personal trainer Viviana, con una svastica sopra. Dopo giorni di polemiche e di commenti negativi nei loro confronti, però, Serena Enardu ieri è sbottata sui social.

In una lunga serie di Instagram Stories, infatti, ha espresso pareri sicuramente importanti nei confronti di quanti la seguono e l'hanno portata al successo, sottolineando in particolar modo che "I primi ignoranti siete voi".

La ex fidanzata di Pago, infatti, ha dichiarato:

"Ero in vacanza ma mi ritrovo ad affrontare questa situazione veramente assurda [...] Posso sopportare tutto però a un certo punto mi si girano le p*lle. Sono stata appellata ignorante da giornalisti, influencer e anche da laureati che probabilmente prima di aprire la bocca non hanno neanche dato una lettura alla legge perché io non ho commesso nessun reato. [...] Io non starò ferma a guardare. Mi dicono: 'Stai tranquilla perché tra un po' non se ne parlerà più' invece se ne parlerà eccome. [...] Siccome io non ne ho commessi di reati, ma voi sì, io interromperò le mie ferie e mi dedicherò a guadagnare qualcosa da voi. I primi ignoranti siete voi. Andatevi - e lo dico a giornalisti, scrittori di giornali - a leggere la legge e ci vediamo in altre sedi. Il mio telefono finirà in Procura, e se volete andare avanti per me sarà un vantaggio".

La Enardu, dunque, ha promesso di ricorrere nelle sedi opportune contro quanti da giorni la starebbero insultando. Ci sarebbe anche chi l'avrebbe minacciata e le avrebbe fatto recapitare messaggi minatori. Come proseguiranno le cose ora?

  • shares
  • Mail