Francesco Monte: Siamo già domani (testo e video)

Francesco Monte cantante con Siamo già domani

Francesco Monte, lo scorso 17 luglio 2020, ha debuttato come cantante, incidendo il singolo 'Siamo già domani'. L'ex tronista di 'Uomini e Donne', intervistato da Giada Di Miceli, all'interno del programma radiofonico, 'Non succederà più, sulle frequenze di Radio Radio, non ha nascosto l'emozione per questa esperienza:

"È una cosa che non avrei mai pensato di condividere con il pubblico, la mia voce o le mie emozioni, però questo pezzo è nato dall'esigenza di tirarle fuori. Il pezzo è nato durato il periodo di quarantena. Ho chiamato Luca Mele, l’autore della canzone, e gli ho detto che vorrei raccontare quello che abbiamo vissuto e quello che sarà il futuro e ho espresso quelli che erano i miei pensieri. Non è il classico tormentone, ma una canzone molto profonda. Sanremo? Mi sono appena lanciato nella carriera musicale a 30 anni e penso che non ci sia mai una data di inizio o di fine per le cose, e mi viene da fare il paragone con Ligabue che ha iniziato come me a 30 anni, ma devo ancora fare il mio percorso. Allo stesso tempo non ci deve essere il pregiudizio da parte delle persone verso qualcuno che vuole portare avanti più idee. Lo stesso è accaduto a Francesco Arca o Luca Argentero, che hanno dimostrato con caparbietà che le etichette si possono togliere".

A seguire, trovate il testo della canzone.

Passeranno questi istanti
come sempre è passato tutto
passeranno i giorni neri
anche se adesso pesano il doppio
passerà pure la noia
di sentirci forse inutili
passeremo pure noi
e proveremo ad esser stupidi
Siamo già domani
oggi sarà ieri
saremo vicini
siamo già domani
non saremo stranieri
saremo vicini
Passeranno questi silenzi
troppo muti per esser veri
questa stanza troppo stretta
per un battito che rallenta
passerà pure il bisogno di essere capiti
torneremo a riconoscerci e saremo cambiati
Siamo già domani
oggi sarà ieri
saremo vicini
siamo già domani
non saremo stranieri
saremo vicini
E finirà il respiro forte
ogni tre passi troviamo porte
e poggerai la testa al muro
al cielo invisibile, il soffitto oscuro
e finirai il rancore e l’ansia
delle notizie e la distanza
e finiremo per esser stati promossi o rimandati
aspetterò di sentire freddo
anche se fuori scoppia il sole
e tutto quello che provo dentro
verrà fuori con le parole
e finiranno pure i giorni
di questi occhi senza tramonti
e finiremo per esser stati assolti o condannati
Siamo già domani
oggi sarà ieri
saremo vicini
siamo già domani
non saremo stranieri
saremo vicini

  • shares
  • Mail