Eleonora Daniele: "La morte di mio fratello mi ha svegliata. Carlotta è arrivata in modo naturale"

Il dolore di Eleonora Daniele per il fratello a cinque anni dalla sua morte

Eleonora Daniele, in un'intervista a 'Il Giornale', ha affidato, per la prima volta, le proprie emozioni per la nascita della piccola Carlotta, frutto dell'amore per il marito Giulio Tassoni:

"In passato non ci pensavo: mi sono trovata a 40 anni a scoprire di desiderare un figlio. Ed è arrivata Carlotta, in modo naturale"

La conduttrice di 'Storie italiane' è convinta che la morte del fratello, affetto da autismo, avvenuta ormai 5 anni fa, ha rappresentato un punto di svolta nella sua vita:

"Forse è stata la morte di mio fratello che mi ha svegliata, mi ha costretto a fare un bilancio della vita, mi ha portata a volere un altro affetto. Per me mio fratello Luigi era come un figlio, anche se io sono più piccola: era autistico, e io ho sempre badato a lui insieme alla mia famiglia, i miei genitori e le mie due sorelle, fin da quando ero bambina. È morto cinque anni fa per un arresto cardiaco e per me è stato scioccante".

La presentatrice ha dato alla luce la figlioletta a pochi giorni dalla chiusura del suo programma prima della pausa estiva. Ha rispettato minuziosamente tutte le regole anti contagio per non compromettere, in alcun modo, la gravidanza:

"Ho lavorato fino all'ultimo, ma non ho mai tenuto comportamenti pericolosi. Ogni giorno mi monitoravano e quando si è deciso che dovevo partorire, poco tempo prima della scadenza naturale, ho lasciato subito il programma. L'azienda mi ha sempre messo in condizioni di sicurezza: mi pettinavo e truccavo da sola, stavo lontano dai colleghi, mi preparavo a casa e restavo negli studi solo il tempo della diretta, seduta su una poltroncina per via del pancione".

  • shares
  • Mail