Peppe Vessicchio: età, altezza, chi è, moglie, figlia, Amici

Vita privata, curiosità, gossip su Peppe Vessicchio

 Peppe Vessicchio è nato a Napoli il 17 marzo 1956 sotto il segno dei Pesci. Ha 63 anni.

E' un compositore, noto come arrangiatore, è tra i Direttori d’orchestra più famosi e applauditi della storia del Festival di Sanremo e ha lavorato con i più grandi nomi della musica italiana. Ricopre il ruolo di giurato tecnico alla 18esima e alla 19esima edizione di “Amici”, talent a cui partecipa nelle prime 9 edizioni in qualità di Professore di Canto e per 7 stagioni come Direttore d’orchestra.

Compie i suoi primi passi nel mondo della musica nella sua città, Napoli, dove realizza album per cantanti come Buonocore, Bennato, Di Capri, Gagliardi e Sastri. In seguito comincia una fertile collaborazione con Gino Paoli, col quale scrive a due mani “Ti lascio una canzone”, “Cosa farò da grande” e “Coppi”. Nel 1975 esordisce nel gruppo dei Trettré, un trio di attori comici e cabarettisti napoletani, suonando chitarra e pianoforte, ma alcuni anni dopo lascia il gruppo per proseguire a tempo pieno il suo percorso di musicista. Partecipa ad alcune produzioni televisive tra cui “Va' pensiero”, “Club 92”, “Buona Domenica”, “Viva Napoli”, “Note di Natale”.

È una presenza fissa al Festival di Sanremo dal 1990 (ricevendo nel '94, nel '97 e nel '98 il premio come miglior arrangiatore). Proprio in quell’anno alla kermesse canora accompagna Mia Martini nel brano da lui arrangiato “La nevicata del ‘56”. L’anno seguente dirige in mondovisione l’orchestra per Zucchero e i suoi prestigiosi ospiti in un concerto al Cremlino Mosca in occasione del decennale della scomparsa di John Lennon. Nel 1999 Andrea Bocelli pubblica il suo brano “Sogno”. Nel 2000 al Festival di Sanremo viene premiato, ancora una volta per gli arrangiamenti, dalla giuria speciale presieduta da Luciano Pavarotti. Come Direttore d'orchestra vince quattro Festival di Sanremo (nel 2000 dirigendo “Sentimento” degli Avion Travel, nel 2003 “Per dire di no” di Alexia, nel 2010 “Per tutte le volte che” di Valerio Scanu e nel 2011 “Chiamami ancora amore” di Roberto Vecchioni).

Tra gli altri ha scritto arrangiamenti per: Elio e le Storie Tese, Zucchero Fornaciari, Ron, Ramazzotti, Ornella Vanoni, Fred Bongusto, Ivana Spagna, Max Gazzè e Fiorella Mannoia. Nel 2011 dirige al Teatro Smeraldo di Milano “Mario Biondi and Duke Orkestra”, concerto pubblicato nell’album live “I love you more”.

È socio dell'Associazione Trenta Ore per la Vita e nel 2013, in occasione dei 20 anni di attività della ONLUS, dirige al teatro Brancaccio di Roma l'orchestra Il Sesto Armonico. Nel 2014 partecipa alla crociera solidale nel Mediterraneo per sostenere un progetto in favore dei bambini malati di tumore. Dal 2017 è Direttore musicale dello “Zecchino d'Oro”. Nel 2018 dirige allo Stadio Artemio Franchi di Firenze l'orchestra della band rock più grande del mondo, il progetto Rockin'1000. Nell’estate 2019 ottiene a Pietrelcina (Benevento) un grande successo eseguendo la sua composizione “Communio pro Anima” ispirata da temi spirituali per voci soliste, coro misto e orchestra.

Durante la 70esima edizione del Festival di Sanremo riceve la standing ovation del pubblico presente in sala.

E' felicemente sposato dal 1989 (dopo 12 anni di fidanzamento) con Enrica. La coppia ha una figlia Alessia che l'ha reso nonno della piccola Teresa.

Fa parte del cast di 'Amici Speciali' assieme ad Alessandra Celentano e Rudy Zerbi.

  • shares
  • Mail