Al Bano: la reazione alle frasi del figlio Yari Carrisi contro Barbara d'Urso

Il silenzio di Al Bano dopo le dichiarazioni di Yari Carrisi su Barbara d'Urso

Roberto Alessi, direttore di 'Novella 2000', questa settimana, ha voluto indirizzare una lettera aperta a Yari Carrisi, protagonista, in negativo, della scorsa settimana, per le irripetibili affermazioni contro Barbara d'Urso. Papà Al Bano, che fino ad ora non si è espresso pubblicamente sulla polemica social, sarebbe 'mortificato' dalla frase del figlio, postata su Instagram. Ecco le parole del giornalista:

"Mi sembra impossibile che autore di questa atrocità sia un ragazzo come te, che io ho sempre considerato un bravissimo ragazzo: Yari Carrisi, figlio di un amico come Al Bano, figlio di Romina Power, che ora è sempre con te visto che stai passando la quarantena con la mamma nella sua casa di Cellino San Marco, tenuta Carrisi. Sei sempre stato un ragazzo semplice, gentile, molto a modo, molto educato, un animo nobile ed è per questo che quel tuo «Barbara d’Urso deve morire» mi ha lasciato senza fiato. E questo lo sai molto bene, visto che anche tu, in passato, hai lavorato per Barbara d’Urso, eri pure bravo, lei ti ha voluto come inviato con Francesca De André al Festival di Sanremo e, sempre insieme a Francesca, hai realizzato un servizio proprio a Cellino. Mi spiace, poi, pensare che tutto questo abbia creato fortissimo imbarazzo a tuo padre, di cui sono molto amico (e lo è pure la d’Urso). Sicuramente lo stesso imbarazzo lo avrai creato a tua madre Romina Power, che essendo anche una collega di Barbara d’Urso, non come cantante, ma come conduttrice televisiva, sarà rimasta scossa da un post così violento. Te l'ho già detto: chiedi scusa, capita nella vita di dire o scrivere scemenze. E' capitato anche a me e dopo aver chiesto scusa mi sono sentito anche meglio".

  • shares
  • Mail