Cecilia Rodriguez: "Con Ignazio, al GF Vip, ho capito che stava succedendo qualcosa di importante..."

Le dichiarazioni di Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser rilasciate durante una diretta Instagram sulla pagina di Chi.

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser, in quarantena a Trento, sono intervenuti nel corso di una diretta Instagram sulla pagina ufficiale del settimanale Chi.

La sorella di Belen Rodriguez e il figlio del campione di ciclismo, Francesco Moser, che si sono conosciuti e innamorati durante la seconda edizione del Grande Fratello Vip, andata in onda sulle reti Mediaset nel 2017, oltre a ripercorrere quei momenti, hanno anche parlato del loro futuro di coppia, per la precisione, della possibilità di allargare presto la famiglia con l'arrivo di un bambino.

Cecilia Rodriguez, come ricordiamo, quando entrò nella casa di Cinecittà, era fidanzata con Francesco Monte e la loro rottura si consumò praticamente in diretta.

La showgirl e modella argentina scelse di "seguire il cuore", come lei stessa ha dichiarato durante la diretta Instagram, non riuscendo più ad ignorare i sentimenti che cominciò a provare nei riguardi di Ignazio:

Io ero la più compromessa, ero fidanzata. Dopo alcuni giorni al GF Vip, sentivo dentro di me cose strane. Quando mi sorrideva e mi passava vicino Ignazio, ho capito che qualcosa di importante stava succedendo. Quella volta, ho ascoltato il mio cuore.

Anche Ignazio Moser, durante il GF Vip, si rese conto che il rapporto instauratosi con Cecilia andava ben oltre la semplice amicizia:

Prima del GF, qualche casino l'ho combinato con le donne. Su di lei, mi dicevano: "E' super fidanzata, è impossibile". Pure lei continuava a dire: "Sono fidanzata". Poi ho capito che forse non ero solo il maschietto con cui giocare nel programma...

Cecilia Rodriguez, quindi, ha nuovamente espresso il desiderio di diventare mamma. La coppia, inoltre, ha la ferma intenzione di far crescere il loro futuro figlio in Trentino:

Abbiamo iniziato a parlare di metter su famiglia. E qui, in Trentino, potrebbe essere l'ideale. Su questo siamo d’accordo, sul fatto di poter crescere un bambino qui. Sarebbe diverso crescerlo in un posto come Milano. A Santiago non manca niente, è un genio. Però io lo crescerei in un posto come questo, dove siamo ora. Quando? L'età c'è, l'amore c'è, il tempo pure... C'è tutto.

  • shares
  • Mail