Rita Pavone e la gaffe su Pietro Pacciani: "C‘è gente che fa sciacallaggio"

Rita Pavone e il Coronavirus, tra gaffe e solidarietà. Le sue parole.

Pochi giorni fa Rita Pavone sui suoi social aveva retwittato la foto di un anziano in difficoltà a causa del Coronavirus. Peccato che l'anziano fosse il criminale Pietro Pacciani, divenuto noto alle cronache come uno dei sospettati per aver compiuto gli omicidi del Mostro di Firenze. "L’altro giorno vedevo una sfilza di necrologi, di gente che piangeva il proprio compagno. Insomma, sono incappata in una gaffe perché c‘è gente che fa sciacallaggio, che ha l’anima malvagia e pensa che tutti i simili siano come loro, ma non è così. C’è gente che prova empatia e prova a mostrare solidarietà, ma alle volte viene deriso e preso per deficiente. Io sono fiera ogni tanto di incappare in qualche gaffe ma di dimostrare il mio affetto e la mia solidarietà per le persone che io amo", si è giustificata la cantante a Storie Italiane su Rai1.

Rita Pavone ha anche detto la sua opinione sull'emergenza Coronavirus:

"Ci vuole molta collaborazione ed è triste vedere che molti non si preoccupano degli altri. Hanno una forma di egoismo interno, non hanno empatia, non si rendono conto che noi dobbiamo stare uniti per combattere. Chi ha avuto la fortuna di arrivare ad 80 anni deve ringraziare il signore, ma faccia arrivare anche gli altri".

  • shares
  • Mail