Uomini e Donne, Leonardo Greco dimesso dopo il Coronavirus: "È stato terribile. State a casa"

L'ex tronista, ora dimesso seppur con una polmonite, sta bene. Su Instagram ha voluto raccontare di come abbia vissuto il suo ricovero in ospedale a causa del Coronavirus.

"Non voglio spaventarvi ma questa è la realtà" - Così ha introdotto l'argomento Leonardo Greco, ex Uomini e Donne che proprio oggi, tramite le sue Instagram Story, ha voluto raccontare del suo ricovero in ospedale a causa del Covid-19. 

Un racconto, quello di Leonardo Greco davvero molto toccante, e addirittura impressionante per certi aspetti. Il giovane, ora dimesso e in buone condizioni di salute, sul suo profilo Instagram personale (@leonardo.greco) ha voluto approfondire l'argomento Coronavirus spiegando a chi lo segue da casa cosa significhi davvero esserne affetti:

"Questo virus non ti guarda in faccia, questo virus ti prende. E se ti prende bene ti spacca da dentro. Non è soltanto febbre. Io ho avuto la febbre a 39 per 13 giorni, e la notte prima di essere ricoverato ho avuto una crisi respiratoria. Anche per questo dovete mettervi in testa di rimanere a casa".

Il racconto dell'ex tronista è poi proseguito con la descrizione dettagliata delle cure e degli effetti collaterali che lo hanno portato alla guarigione:

"L'unica cosa che ti danno sono sei pastiglie al giorno, che sono veleno puro. Ti distruggono l'organismo e causano nausea, dissenteria e spossatezza. Per prelevarti l'ossigeno nel sangue ti fanno delle punture arteriose che fanno malissimo. Non lo dico per spaventarvi ma perché voglio raccontarvi la realtà. Per favore, riflettete, riflettete e state a casa".

In conclusione, Greco - che per tutto il tempo si è mostrato con il viso protetto da una mascherina - ha anche voluto lanciare un accorato appello a chiunque possa ancora sottovalutare questa pandemia:

"Mi hanno dimesso ma io tutt'ora ho una polmonite. Sono chiuso in casa e utilizzo la mascherina. Per favore, rimanete in casa per poter uscire un domani, perché altrimenti un domani non si conteranno più gli aperitivi, ma si conteranno soltanto le persone ammalate e i casi persi. Rimanete a casa, fatelo per voi e per gli altri. Rimanete a casa".
  • shares
  • Mail