Grande Fratello VIP 4, Gianluigi Martino contro chi critica Valeria Marini

"Non posso più tacere di fronte a quello che sto sentendo" scrive in una nota.

Lui è non solo il suo manager ma anche l'altra metà del suo cuore da più di un anno. Gianluigi Martino, fidanzato di Valeria Marini, interviene dopo un silenzio che non ha potuto più reggere. Il motivo è fondamentalmente uno: le malelingue contro la sua fidanzata ritornata al Grande Fratello VIP circa due settimane fa.

Martino, che ieri ha rassicurato Valeria Marini sulle sue condizioni di salute dopo gli ultimi aggiornamenti sull'emergenza Coronavirus, evidentemente non vuol più sentir parlare delle critiche contro la concorrente 'stellare' poiché a suo dire non può replicare in quanto ad ora reclusa  nella casa. Per far sentire la sua voce ha scritto un chiaro comunicato a Novella 2000 nella quale attacca i detrattori:

Essendo da sempre stato schivo verso le telecamere ho deciso di esprimere, almeno attraverso i social, il mio pensiero su ciò che sta accadendo in questi ultimi giorni perché non posso più tacere di fronte a quello che sto sentendo nei vari salotti televisivi nei confronti di Valeria Marini, di cui sono in primis il compagno e non solo il manager.

Pur essendo consapevole dei meccanismi che regolano lo showbiz e rispettoso del diritto di cronaca di tutti i giornalisti e del grande lavoro svolto da autori e produzioni, tuttavia, ritengo alquanto fuori luogo che venga data a 'personaggi l’opportunità della ribalta UNICAMENTE al fine di (s)parlare della mia compagna riferendo fatti e circostanze sulle quali lei non può attualmente replicare in quanto concorrente del GF VIP. Inoltre, per situazioni accadute forse venti o trenta anni fa.


Aggiungendo "Il livello culturale delle argomentazioni mi lascia veramente basito" sottolinea il curriculum della vip tra pellicole da protagonista, i numerosi spettacoli nel ruolo di soubrette nominandola come "La vera diva Italiana".

Gianluigi Martino quindi conclude il suo sfogo:

Mi auguro vivamente che in futuro coloro i quali si definiscono opinionisti possano esprimere le loro idee nel rispetto delle persone soprattutto avendoli come diretti interlocutori ed avendo presente la loro storia sia come personaggi pubblici che come persone, al fine anche di inviare al pubblico concetti, valutazioni corrette e precise.

Capisco che tutto ciò è il prezzo del successo di un personaggio pubblico come Valeria Marini, ma chiedo solo che venga fatta quando la stessa personalmente possa confermare o ribattere a queste presunte "affermazioni" o a comportamenti da lei posti in essere.


I diretti interessati avranno afferrato il segnale o replicheranno le accuse?

  • shares
  • Mail