Ornella Vanoni è nata a Milano il 22 settembre 1934. Ha 85 anni, nel 2020 ne compie 86. E’ del segno della Vergine. E’ figlia di un industriale farmaceutico. Ha un cane, un barboncino nano di nome Ondina.

Cantante e attrice, è reputata una delle artiste più dotate vocalmente.

Giovanissima ha iniziato a studiare dalle suore Orsoline ed ha frequentato alcuni collegi in Svizzera, Francia e Inghilterra. Il suo sogno era quello di diventare un’estetista. La musica e l’arte dello spettacolo e del teatro però la coinvolge maggiormente e, una volta tornata in Italia, decide di iscriversi (a soli 19 anni) all’accademia di arte drammatica del Piccolo Teatro di Giorgio Strehler, regista e nome che apparterrà ad una fase importante della vita di Ornella:

Recitai un pezzo dell’Elettra – afferma in una sua biografia – ero follemente emozionata, chiedevo scusa a tutti, mi interrompevo… A un certo punto ho sentito una voce femminile: ‘Attenzione, qui c’è qualcosa’. Era di Sarah Ferrati (attrice, ndr). Mi presero

Qualche anno dopo diventa attrice in Sei personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello. Il 1956 è l’anno del debutto ufficiale nel mondo dello spettacolo. Numerosi lavori teatrali e musicali hanno sfruttato a fondo il talento della cantante arrivando così al successo totale e a livello popolare. Partecipa ad otto edizioni del Festival di Sanremo, tra il 1965 e il 1968, nel 1970, 1989, 1999 e 2018 in qualità di artista – senza mai vincerli – ed ha contribuito al cast di altri Festival (Festival di Napoli, Canzonissima e altri) oltre che kermesse nazionali di alto livello.

È l’unica donna ad aver vinto due Premi Tenco.

E’ stata candidata alle elezioni amministrative 2011 per il Comune di Milano nella lista ‘Milano al centro’, centrodestra, lista in appoggio al sindaco uscente Letizia Moratti, non riconfermata.

La vita sentimentale di Ornella ha molte tappe importanti segnate: è stata fidanzata con il regista teatrale Giorgio Strehler negli anni dei suoi esordi (fine anni ’50) si lascerà pochi anni dopo. Agli inizi degli anni ’60 conosce Gino Paoli con la quale avrà una breve storia d’amore, nel 1960 sposa l’impresario Lucio Ardenzi dalla quale ebbe un figlio, Cristiano ma a La repubblica affermò:

Quel matrimonio fu un errore. Io volevo ancora bene a Gino e lui mi ha sconsigliato sino all’ultimo, minacciando persino di venire alla cerimonia a cantare Senza fine. Il matrimonio non sta in piedi e quando nel 1962 nasce Cristiano, io e Ardenzi siamo già separati, ero ancora innamorata di Paoli. Il giorno delle nozze non mi sarei dovuta presentare, avrei dovuto dire la verità, sarebbe stato più leale.

In seguito altre liason e storie travagliate hanno segnato la sua vita, tra cui il rapporto con Francesco Leto, di 49 anni più giovane: “Cantavo a Parigi con Paolo Fresu, Francesco è venuto a trovarmi, abbiamo dormito insieme. Non cerco storie convenzionali“.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto