Harry parla dell'addio alla Famiglia Reale: "Non avevamo scelta"

Harry Windsor parla per la prima volta in pubblico dell'addio alla Famiglia Reale e spiega perché ha dovuto lasciare gli obblighi di corte.

Il principe Harry ha commentato l'addio alla Famiglia Reale a margine di un evento benefico che lo ha visto padrone di casa a Londra. Prendendo la parola nel corso di un charity dinner per la fondazione Sentebale, fondata dallo stesso Harry e dal principe Seeiso del Lesotho a sostegno dei bambini sieropositivi e malati di Aids (nel nome di mamma Diana), Harry ha fatto il punto della situazione, dando la propria versione dei fatti e cercando così di disinnescare il tramestio dei tabloid.

"Prima di iniziare devo dire che posso solo immaginare quello che avete sentito o forse letto nelle ultime settimane. Per questo voglio che ascoltiate da me la verità, per quanto mi sia concesso condividere, e non come principe o come duca, ma come Harry, la stessa persona che molti di voi hanno visto crescere negli ultimi 35 anni, ma con una prospettiva più chiara"

dice Harry, zittendo in un attimo la rumorosa sala alle prese con la cena.


 











Visualizza questo post su Instagram



















 

at tonight’s dinner for supporters of Sentebale in London Video © SussexRoyal


Un post condiviso da The Duke and Duchess of Sussex (@sussexroyal) in data:



"Il Regno Unito è la mia casa e il luogo che amo. Questo non cambierà mai. Sono cresciuto sentendo il sostegno di molti di voi e vi ho guardato mentre accoglievate Meghan a braccia aperte vedendomi trovare l'amore e la felicità che avevo sperato per tutta la vita. "Alla fine, il secondo figlio di Diana si era fatto impalmare, evviva!" - continua scherzando Harry -. So anche che mi conoscete abbastanza bene da confidare nel fatto che la donna che ho scelto come moglie abbia i miei stessi valori. È così, ed è la stessa donna di cui mi sono innamorato".


"Entrambi facciamo tutto il possibile per onorare la bandiera e svolgere i nostri ruoli per questo paese con orgoglio. Dopo sposati, Meghan e io eravamo eccitati, fiduciosi ed eravamo qui per servire. Per tutte queste ragioni mi dà molta tristezza che siamo arrivati a questo punto"

si fa serio il principe, che mantiene il titolo di Duca ma che dalla primavera non potrà più fregiarsi dell'appellativo (e dei privilegi) di Sua Altezza Reale.

"La decisione che ho preso per me e mia moglie di fare un passo indietro non è una decisione presa alla leggera. Ci sono stati molti mesi di discussioni dopo molti anni di battaglie. So che non avevo sempre ragione, ma al punto in cui eravamo, non c'era davvero altra opzione"

aggiunge Harry, senza però approfondire (ancora) le cause di questa scelta obbligata.

"Voglio che sia chiaro che non scappiamo da nessuna parte e non abbiamo nessuna intenzione di lasciarvi soli. Speravo di poter continuare a servire la Regina, il Commonweath e le mie associazioni militari, ma senza fondi pubblici. Sfortunatamente questo non è possibile. Ne ho preso atto, ma questo non cambia chi sono né gli impegni che ho preso. Spero però che aiuti a capire dove volevo arrivare, allontanare la mia famiglia da quello che ho sempre vissuto per incamminarci verso una vita più serena".


"Non rinnego questa vita ed è un grande onore servire il mio Paese e la Regina. Quando ho perso mia mamma, 23 anni fa, mi avete protetto, mi avete tenuto d'occhio per tanto tempo, ma i media sono potenti e la mia speranza è che un giorno la comprensione e la solidarietà tra le persone diventino più potenti dei media"

scandisce Harry, tornando quindi sulle cause che l'hanno portato al passo indietro: la pressione dei media nei confronti della moglie.

"È stato un privilegio servirvi e continueremo a condurre una vita di servizio, così come è un privilegio incontrarvi e percepire la vostra felicità per l'arrivo del nostro Archie, che proprio l'altro giorno ha visto la neve per la prima volta e l'ha trovata così incredibilmente luminosa!"

scherza Harry, addolcendo i toni prima del ringraziamento alla nonna Elisabetta II.

"Avrò sempre il massimo rispetto per mia nonna, il mio comandante in capo, e sono incredibilmente grato a lei e al resto della mia famiglia per il sostegno che hanno mostrato a Meghan e io negli ultimi mesi. Continuerò a essere lo stesso uomo che ama il suo paese e dedica la sua vita a sostenere le cause, le associazioni di beneficenza e le comunità militari che sono così importanti per me. Tutti insieme, mi avete insegnato a vivere. E questo ruolo mi ha insegnato di più su ciò che è giusto e proprio come non avrei mai potuto immaginare. Stiamo facendo un salto di fiducia e grazie per avermi dato il coraggio di fare il nostro prossimo passo."

Un discorso affatto a cuor leggero quello di Harry, inatteso e sincero. Ma probabimente non basterà a calmare i tabloid.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail