Sanremo 2020, Tosca: vero nome, origini, marito, talent

Tosca è una delle 24 artiste in gara al Festival di Sanremo 2020, conosciamola meglio

Tosca è una delle artiste che prenderà parte alla settantesima edizione del Festival di Sanremo, che si svolgerà dal 4 all'8 febbraio 2o20. Conosciamo meglio la cantante, che torna sul palco dell'Ariston come concorrente per la quinta volta nella sua carriera. La cantautrice, nata a Roma il 29 agosto 1967, partecipò nella sezione Giovani 1992 con il brano Cosa farà Dio di me, ma riuscì a conquistare il podio e il cuore del pubblico solo nel 1996, in coppia con Ron con Vorrei incontrarti fra cent'anni. Si classificò decima nel 1997 con Nel respiro più grande e settima nel 2007 con Il terzo fuochista. Nel 2020, concorrerà col brano Ho amato tutto, scritto da Pietro Cantarelli.

Nata Tiziana Tosca Donati, all'ombra della Garbatella, a casa tutti la chiamano Titti per via del doppio nome che inizia con la stessa consonante. Tosca, nome che ha scelto nella propria carriera da cantautrice, giunge dalla nonna toscana e non ha a che fare con l'opera di Puccini. Dal nonno contadino, invece, ha ereditato la passione per la terra. "Mi regalava le caramelle se cantavo, ho imparato prima a cantare che a parlare", ha rivelato l'artista in un'intervista del 2016 a TV2000, aggiungendo che il suo primo cavallo di battaglia è stato Riderà di Little Tony. Un'infanzia piuttosto travagliata a causa di una brutta malattia, che spinse la famiglia a farle frequentare la parrocchia e il coro della chiesa, dove ha iniziato a coltivare la passione per il canto. "La musica mi ha salvato la vita, mi ha fatto sentire al pari degli altri ragazzi". Prima di diventare cantante di professione, tuttavia, Tosca ha lavorato attivamente come attrice teatrale, professione che alterna alle esperienze cinematografiche ancora oggi, nonostante palchi ed orchestre siano i suoi luoghi naturali. Nel corso della sua carriera, più che trentennale, ha pubblicato dieci album e tredici singoli.

Uno dei brani più amati del suo repertorio, Il terzo fuochista, è stato scritto da Massimo Venturiello, attore e doppiatore, suo compagno sul palcoscenico e nella vita. In un'intervista di coppia del 2012, a cinque anni dalla pubblicazione del brano, Tosca disse che sarebbe tornata a Sanremo solamente con la canzone adeguata al contesto, perché:

Gli amanti della buona musica non guardano Sanremo. Non è una snobberia nei confronti di Sanremo, ci può sempre stare una rinascita, ma le ultime edizioni sono state discarica di reality televisivi e ciò è un po’ dolore. Ci tornerò quando avrò la canzone giusta, ci si deve andare quando si ha qualcosa da dire. Molti artisti invece pensano che sia come Lourdes e vanno lì con grandi pretese...

Che sia pronta a sfoderare il pezzo della riconsacrazione in occasione del prossimo Festival di Sanremo?

  • shares
  • Mail