Teresa Langella vittima di molestie da parte di un medico: ‘Mi vergognavo” (video)

Teresa Langella, ex tronista di Uomini e Donne, rivela, a Verissimo, le molestie da parte di un medico poco professionale: il video

Teresa Langella, ospite di ‘Verissimo’, ha svelato che, qualche tempo, ha ricevuto alcune molestie da parte di un medico poco professionale:

L’incubo è iniziato nel 2018, quando ho deciso di sottopormi a un intervento al seno di mastoplastica additiva. La prima operazione non è andata bene, ho avuto delle complicazioni nel decorso post-operatorio. Ho deciso quindi di fare un secondo intervento, sempre con lo stesso medico. Mi fidavo di lui, era professionale all’inizio. Poi, prima di fare il secondo intervento, ho fatto delle visite e lì succedeva tutto.

A Silvia Toffanin, la cantante napoletana ha raccontato il proprio calvario per avere tenuto tutto dentro, di fatto, escludendo, ogni possibile confidenza con amiche e familiari:

Il dottore diceva che per privacy era meglio che mia madre restasse fuori dallo studio. Ecco non scendo nei dettagli ma succedeva che le visite non si fermavano solo al seno, lui era dell’idea che anche altre parti del corpo fossero collegate al seno. Non ho mai avuto il coraggio di raccontare questa storia perché mi vergognavo. Mi sentivo in colpa, soprattutto quando ho preso consapevolezza di tutto. Dopo l’intervento sono stata chiamata dalla polizia giudiziaria perché c’era un’indagine su questo medico. Quando è arrivato il poliziotto, sono crollata. Decido di denunciare e scopro di non essere l’unica a dire di aver subito molestie da questo dottore.

L’ex tronista di ‘Uomini e Donne’, infine, ha voluto lanciare un appello a tutte le donne a denunciare ogni tipo di abuso da parte di malintenzionati:

Sono qui però ancora un po’ mi vergogno, provo a fare la dura però… voglio essere forte! Devo essere forte per tutti i messaggi che ho ricevuto dopo quelle parole. Non è giusto che una donna debba sentirsi in difetto, sbagliata, perché non siamo noi in errore. Voglio dare forza a chi non ha voce, ho la fortuna di esser con voi a nome di tutti loro. Io sono fortunata di essere qui, ti ringrazio Silvia. A queste donne voglio dire: ‘Qualsiasi forma di violenza va denunciata, dovete urlarlo. Siamo forti’.