Gianluca Vialli ha rotto il silenzio sulla sua difficile battaglia contro la malattia e sulla paura di non esserci più un giorno.

Gianluca Vialli si è confessato a Una semplice domanda, il docushow che sarà visibile su Netflix dal 18 marzo. Il settimanale Oggi ha riportato alcune delle affermazioni dell’allenatore, che ha parlato della sua malattia e della paura della morte:

“La vita è fatta per il 20 per cento da quello che ti succede ma per l’80 per cento dal modo in cui tu reagisci a quello che accade. E la malattia ti può insegnare molto di come sei fatto, essere anche un’opportunità. Non dico al punto di essere grato nei confronti del cancro, eh…”, ha dichiarato Vialli, e ancora: “Io ho paura di morire, eh. Non so quando si spegnerà la luce che cosa ci sarà dall’altra parte. Ma in un certo senso sono anche eccitato dal poterlo scoprire”.

Gianluca Vialli
Gianluca Vialli

Gianluca Vialli: la malattia

Gianluca Vialli sta lottando da tempo contro il cancro e lui stesso ha raccontato alcuni retroscena sulla malattia e sul modo in cui avrebbe deciso di viverla. “Mi rendo anche conto che il concetto della morte serve per capire e apprezzare la vita. L’ansia di non poter portare a termine tutte le cose che voglio fare, il fatto di essere super eccitato da tutti i progetti che ho, è una cosa per cui mi sento molto fortunato”, ha dichiarato l’allenatore a Alessandro Cattelan in Una semplice domanda.

Lo show sarà visibile su Netflix dal prossimo 18 marzo e in tanti tra i fan di Vialli sono già rimasti commossi dalle sue parole.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 10-03-2022


Melissa Satta, la nascita e l’infanzia a Boston: la confessione dell’ex velina

Wanda Nara, la sorella Zaira in crisi col compagno: “Tutta colpa di Icardi”